Trovato habitat per la vita aliena sotto il paesaggio arido dell’Antartico

Trovato habitat per la vita aliena sotto il paesaggio arido dell’Antartico

Che cosa hanno l’Antartide e Marte in comune? 
I depositi di minerali di sottosuolo acquifero salmastro suggeriscono che i batteri si nascondono sotto il paesaggio arido Antartico – si può dire lo stesso per il pianeta rosso?
Un sondaggio per via aerea di una valle Antartica presumibilmente secca rivela una splendida e inaspettata interconnessione del sottosuolo salmastro con la falda profonda sotto la tundra ghiacciata, una scoperta che non solo ha implicazioni per la comprensione degli habitat estremi per la vita sulla Terra, ma per il potenziale di vita altrove nel sistema solare , in particolare su Marte.
Il liquido salmastro – circa due volte più salato dell’acqua di mare – è stato scoperto circa a 1.000 piedi sottoterra in una regione conosciuta come Taylor Valley. 
La falda acquifera è molto diffusa, si estende dal Mare di Ross del McMurdo Sound a più di 11 miglia nella parte orientale della valle. 
Un secondo sistema è stato trovato che collega il ghiacciaio Taylor con il ghiaccio di cover Lake
Bonney.
Ma l’indagine, che ha riguardato 114 miglia quadrate, potrebbe aver appena scoperto la punta di un iceberg proverbiale.

“Si suggerisce che questo ecosistema è ampio e collegato. 
Ci potrebbe essere un grande ambiente molto abitabile nel sottosuolo delle regioni antartiche, “Ross Virginia, un ecologo dell’ecosistema al Dartmouth College, ha detto a Discovery News.
“Una delle grandi domande è si sta trovando una specificità regionale, o ci sono molti luoghi in Antartide dove ci sono le condizioni che hanno creato questi ambienti del sottosuolo per la vita,” Ross Virginia ha detto a Discovery News.
In un articolo pubblicato su Nature Communications, il ricercatore Jill Mikucki, con l’Università del Tennessee, e colleghi notano che, mentre alcuni ambienti acquatici sotterranei sono stati campionati, tutti sono risultati essere brulicanti di vita.
All’inizio di aprile, gli scienziati utilizzano le misurazioni di temperatura e umidità prese dalla NASA Mars rover Curiosity si sono resi conto che le condizioni erano giuste per l’acqua liquida salata vicino la superficie del pianeta Marte. 
I perclorati nel terreno abbassano la temperatura di congelamento dell’acqua, una chimica diversa da quella che esiste in Antartide.

“Le falde acquifere sotterranee che abbiamo preso in esame in Antartide sono potenzialmente analoghi per capire i sistemi di Marte”, ha dichiarato a Discovery News Mikucki. “Abbiamo ancora molto da imparare su questi sistemi di valle acquiferi a secco, ma sembrano essere legate ai cambiamenti climatici.”
Curiosity e altre missioni hanno alzato ampie prove che Marte, che ora è un deserto freddo e secco, una volta era ricco d’acqua.
 Che fine ha fatto l’acqua è ancora un mistero.
Per controllare il sottosuolo antartico, gli scienziati hanno utilizzato uno strumento chiamato sensore elettromagnetico transitorio per generare un forte campo elettromagnetico, terra-penetrante.Liquidi – in particolare liquidi salati – sono più conduttivi della roccia, del suolo e ghiaccio, dando agli scienziati la capacità di differenziare i materiali del sottosuolo.
Gli scienziati hanno utilizzato strumenti simili in passato, ma solo a terra.
 Fornendo un pizzico di prova di rete idrica del sottosuolo per la National Science Foundation necessaria per l’approvazione di un programma di prova in volo con un sensore su un elicottero.
I ricercatori ora sperano di condurre una più ampia ricognizione aerea.
Irene Klonz




Commenti

Post più popolari