SIRIA-Liberate Greta Ramelli e Vanessa Marzullo. Erano prigioniere di Jabat al-Nusra

SIRIA-Liberate Greta Ramelli e Vanessa Marzullo. Erano prigioniere di Jabat al-Nusra

Greta Ramelli e Vanessa Marzullo sono state liberate.
 È stata l’Agi a riportare in un primo momento, pur mantenendo la dovuta prudenza, di “Diversi Tweet riferibili a account dei ribelli riferisono del rilascio”, quindi da Palazzo Chigi è arrivato un Tweet con scritto che “Greta Ramelli e Vanessa Marzullo sono libere, torneranno presto in Italia”; alla Camera è stato il ministro per le Riforme Maria Elena Boschi ad annunciare che “Greta e Vanessa torneranno presto a casa”, fatto a cui è seguito un lungo applauso da parte dei deputati.
Le due volontarie italiane sono state rapite il 31 luglio scorso in Siria, dove si erano recate il 28 luglio per seguire progetti umanitari. 
Sono infatti tra le fondatrici del progetto Horryaty, un’iniziativa di solidarietà per il Paese che si occupa in particolare di attività nel settore sanitario e idrico.
 A rapirle quasi certamente i miliziani di Jabat al-Nusra, il gruppo di jihadisti legato ad al-Qaeda.

In Italia avevano preso parte a manifestazioni a favore dell’insurrezione contro Bashar al-Assad.
Secondo il quotidiano libanese “al-Akhbar”, vicino agli Hezbollah, le due giovani sarebbero state attirate con l’inganno nella ”casa del capo del Consiglio rivoluzionario di Alabsmo” con il giornalista Daniele Ranieri, che però riuscì a fuggire.
Il 31 dicembre i jihadisti di Jabat al-Nusra (gruppo legato ad al-Qaeda) hanno diffuso un video di 23 secondi in cui si vedevano le due italiane lanciare un appello all’Italia per essere salvate.
Vanessa Marzullo, 21 anni, è di Brembate, mentre Greta Ramelli, 20 anni, è di Gavirate.

Commenti

Post più popolari