SCIE CHIMICHE-SOTTO PROCESSO PER STRAGE I GOVERNANTI USA, NATO, UE

Napolitano & Kissinger

SCIE CHIMICHE-SOTTO PROCESSO PER STRAGE I GOVERNANTI USA, NATO, UE

Le peggiori cose vanno chiamate con il loro nome, senza infingimenti.
Avvelenamento e strage dei popoli europei. 
Questa è la realtà in atto, tutto il resto è aria fritta. 
Ecco la foto d'apertura che ritrae Napolitano che posa amabilmente con il macellaio internazionale (sterminatore di popoli sudamericani, nonché responsabile della morte in Cile del presidente Salvador Allende) Henry Heinz Kissinger, propugnatore ufficiale per conto del governo USA (in qualità di segretario di stato), già negli anni '70 della drastica riduzione della popolazione mondiale.


 Naturalmente, i cosiddetti "alleati" non potevano scaricarci contro una guerra diretta e convenzionale per eliminarci, e così procedono alla spicciolata, in gran segreto. 
Questo è il senso e la portata del complotto. 
E i complottisti, come è palese, sono proprio questi loschi moscerini, e tutti i lacché che si vendono al miglior offerente. 
Ergo, a rigor di logica e di semantica: il complottista è colui che ordisce e realizza il complotto ai danni di altri, non chi denuncia il fenomeno all'opinione pubblica e al mondo.



I governanti eterodiretti dell’Unione europea sono corresponsabili dell’aerosolterapia bellica che la NATO, per conto del governo United States of America, manda in onda notte e giorno sui centri abitati del vecchio continente dal 2002.
Devono rispondere di crimini contro l’umanità, in primis Bush l’alcolizzato e Obama il decerebrato. 
Poi nell'ordine i segretari generali del patto atlantico dal 2002 ad oggi: George Islay Mac Neill Robertson, Alessandro Minuto Rizzo, Jaap de Hoop Sheffer, Anders Fogh Rasmussen, Jens Stoltenberg.
 Infine, i fantocci tricolore: i due inquilini abusivi del Quirinale, ossia Ciampi (lo svenditore d’Italia) e Napolitano (il recensionista di Aspenia dell'Aspen Institute finanziato da David Rockefeller), nonché Berlusconi, Prodi, Monti, Letta.


 Infine, il pro tempore Matteo Renzi che con una spacconata svitata, addirittura, ha minacciato di trattamento sanitario obbligatorio (trasmissione Rai Ballarò) gli iscritti del piddì che avvistano e parlano di scie chimiche. 
Ovviamente anche le gerarchie militari europee ed italidiote devono rispondere del medesimo reato di strage, unitamente ai baroni universitari e a tutti gli specialisti che negano questo gravissimo pericolo che incombe sulla vita e sul futuro.
Mò avast (adesso basta!): non hanno alcun diritto di farci del male e di ferire madre Terra.

di Gianni Lannes






Commenti

Post più popolari