Lo sapete tenere un segreto? …Loro sì!

Lo sapete tenere un segreto?
…Loro sì!

Di Franco Remondina
L’Ansa di oggi riporta una dichiarazione di Minus Mario: “abbiamo un problema con l’inflazione…” e poi: “Un’accelerazione della ripresa è improbabile nei prossimi mesi.”
Su una cosa dobbiamo dare atto a questi “Specialisti della crisi”: sanno tenere alto l’umore della truppa. 
C’è da ridere, anzi no, ci sarebbe da piangere…
Hanno perso la partita! Lo sapete mantenere un segreto? 
Voi forse no, ma loro, assolutamente si! Faccio un breve excursus storico, permettete?
 Devo farlo per svelarvi il segreto che più di tutti difendono: la loro moneta Fiat, è sempre meno “degna di Fiat”. 
 Ricordate L’URSS? Dopo la Perestrojca di Gorbachev, l’avvento di Eltsin, il crollo del muro…fu un successo degli USA. Indebolirono il rublo… e il sistema russo crollò. 
Come fecero a indebolire l’URSS?
Usarono il dollaro! 

Fecero crollare il prezzo del petrolio e delle materie prime che l’URSS esportava e i russi si trovarono a dover pagare uno stato che costava tanto e che non potevano mantenere se le materie prime crollavano sui mercati. 
I russi difesero strenuamente la loro moneta il Rublo, ma questo li rovinò finanziariamente! Fu questo che fece crollare l’URSS.
Dopo quasi trent’anni siamo allo stesso punto!
 Il costo dello stato russo è sostenibile con un prezzo del petrolio di 100/110 dollari il barile, con il petrolio a 80 dollari loro vanno incontro ad un default dello stato.
Questa è l’analisi dei pensatori alla Draghi. 
Negli anni 80, l’Urss bruciò tutte le sue “riserve” di oro per difendere il cambio del rublo, e adesso è ancora allo stesso punto. 
O no?
No!!! 
La storia insegna!!! 

Stavolta i russi hanno capito e fanno altro!!
È questo il segreto che non viene detto! 
Allora, ecco che cosa stanno facendo: il contrario di allora! 
È incredibile che nessuno dei nostri governanti dica e spieghi queste cose al popolo.
Ve lo riassumo in pochi passi: nell’80 vendettero l’oro?
 Ok, nel 2014 lo comprano! 
Gli USA e la finanza anglogiudea, tengono basso il valore del petrolio e dell’oro? 
I russi invece di accumulare dollari, investono i dollari in oro fisico e incrementano le “riserve” della Banca Centrale Russa. 
Cosi assistiamo al passaggio di oro fisico (tenuto basso dalla speculazione) dall’occidente, verso oriente.
 Ci stiamo veramente autosodomizzando. 
Fermo restando che dipendiamo dalle materie prime russe, come le pagheremo: con la carta con scritto “dollaro”?

La Cina ha già detto che di quella carta lì, ne ha già accumulato in quantità sufficiente.
 Da adesso in avanti chi vuole merce cinese, deve pagare con “qualcosaltro”. 
Tutto nero su bianco! 
Cosi, mentre nei media italiani di questo non si parla, il trasferimento di oro sta avvenendo. Pensate che ci sono transazioni di Futures sull’oro (l’oro cartaceo… sic! 
Hanno l’oro cartaceo i nostri) per 360 MILIARDI di dollari al mese, ma solo transazioni di 280 MILIONI di dollari in oro fisico!
 Un rapporto di 1000 a 1.

Visto? 
È questo il segreto che difendono e che non vi fanno sapere: che la carta ha i mesi contati! Quella con la scritta dollaro. 
Che faranno? 
La guerra?
 No, non ce la possono fà! 
Sono loro ad aver bisogno di “RIFORME STRUTTURALI”; per quello che hanno fatto, cioè svenduto l’occidente, meritano la giusta punizione?
 Dovete essere voi a dirlo! 

Commenti

Post più popolari