Via al Block Bce - rabbia a Napoli per Draghi .

Via al Block Bce - rabbia a Napoli per Draghi .

draghi-block_bce-napoli
I banchieri?
 "Violento gruppo di 20-30 persone. 
E "adoratori fanatici del potere e del denaro".
 Il presidente della Bce Mario Draghi. 
Il prossimo meeting dell'Eurotower si terrà domani a Napoli, nelle sale della Reggia Borbonica di Capodimonte. 
. Il prossimo meeting dell'Eurotower si terrà domani a Napoli, nelle sale della Reggia Borbonica di Capodimonte.
 NAPOLI (WSI) - Un vero e proprio 'proclamà contro gli esponenti della Bce che domani, nelle sale della Reggia Borbonica di Capodimonte (oggi Museo) terranno un vertice. 
A redigerlo la Rete dei movimenti campani, autobattezzatasi Block Bce, che da giorni si preparano a manifestare contro 'Draghi & company'. 
La prospettiva tracciata sembra richiamare quella della settecentesca rivoluzione francese, con tanto di riferimento alla scelta del luogo dove si tiene il vertice, un ex palazzo reale, quindi: "Chiaramente simbolica della volontà di riferirsi alla memoria di un potere assoluto e incontrastabile". 

In una nota redatta dalla Rete dei movimenti (studenti, precari, disoccupati, famiglie), i banchieri vengono descritti come "un violento gruppo di 20-30 persone" che domani intende "occupare e blindare la reggia di Capodimonte, uno dei palazzi monumentali più belli e storici della città di Napoli negandolo al godimento dei cittadini". 
Persone che hanno "l'incredibile pretesa di decidere della vita di milioni di persone che mai si sono sognate di delegarli in tal senso. 
Adoratori fanatici del potere e del denaro" nei cui curriculom "figurerebbe un reiterato crimine di devastazione e saccheggio-devastazione delle nostre vite e saccheggio delle nostre città, con la svendita del patrimonio pubblico, la distruzione del welfare e di ogni garanzia sulle condizioni di lavoro". 

La Rete conferma la manifestazione (corteo dalla metro dei Colli Aminei a Capodimonte, circa 4 chilometri di percorso) tesa a "rivendicare più diritti, più libertà e più futuro". 
"Non possiamo credere che questi provocatori vogliano davvero sequestrare un luogo simbolo della città con blindati e militari minacciando in rappresaglia di condannare i manifestanti, tutti i loro amici e conoscenti e una gran massa di sconosciuti e incolpevoli a una condizione di eterna precarietà! -
 l'auspicio - Speriamo che alla fine la ragione prevalga, che queste persone rinsaviscano dai propri folli propositi, si spoglino delle loro divise e tornino a vivere uomini tra gli uomini". "In ogni caso - concludono - è un dovere di tutta l'umanità fermarli!".
 (Tmnews)

Commenti

Post più popolari