Italia scellerata costringe l'europa a Retate contro l'immigrazione clandestina

Italia scellerata costringe l'europa  a Retate contro l'immigrazione clandestina

I paesi dell'area Schengen hanno lanciato oggi l'operazione “Mos Maiorum” contro l'immigrazione clandestina dilagante in tutta europa, per lo piu' provenienti dall'italia, senza neppure essere stati identificati e censiti dalle autorita' italiane-
Il giro di vite è previsto dalla mezzanotte del 13 al 26 ottobre e mira a “fermare i migranti illegali”, a “identificare” e “indebolire le organizzazioni criminali” dedite all'immigrazione clandestina, si legge nel documento adottato dal Consiglio dei ministri dell'Unione europea.
Gli immigrati irregolari saranno trasferiti nei loro paesi di provenienza se questi ultimi
avranno firmato la convenzione di riammissione con l'Ue.

 In caso contrario, saranno trattenuti per un periodo variabile a seconda dei paesi, o lasciati in libertà con avviso di espulsione.
L'operazione è stata subito oggetto di critiche da parte delle organizzazioni in difesa dei clandestini e di alcun i esponenti politici italiani.
 “Alimenta il fantasma di un'invasione criminale in Europa e utilizza Frontex (l'agenzia incaricata del coordinamento della sicurezza delle frontiere esterne dell'Ue, ndr) per condurre una politica discriminatoria e per violare i diritti dei migranti e dei rifugiati”, ha denunciato l'organizzazione “Frontex Exit”.

L'operazione Mos Maiorum sarà particolarmente incisiva negli Stati del centro e del nord Europa, dove decine di migliaia di clandestini, in massima parte provenienti dall'Italia dopo essere arrivati con la Mare Nostrum, hanno creato molto allarme nelle popolazioni , a causa della politica italiana incomprensibile, in materia di immigrazione, che tra le altre cose non prevede piu' il reato di clandestinita'. 
Non meno di 60.000 clandestini - certamente arrivati dall'Italia - si sono riversati in Germania, Francia, Olanda, Belgio, Austria e Paesi Nordici.
Questa vera e propria invasione è l'obbiettivo principale dell'operazione europea di polizia in corso in queste ore.

Certamente, a termine di questa operazione, non mancheranno le polemiche e ripercussioni nei confronti dell'italia, che si difende asserendo di non essere un paese razzista, dando cosi' del razzista in modo indiretto a tutti gli altri paesi europei, i quali in materia di immigrazione hanno leggi molto diverse, ponendo al primo posto il problema della sicurezza nazionale, se non altro per avere il controllo di chi calpesta il suolo nazionale, e nessuno di loro si ritiene un paese razzista-
vedremo come va a finire

Commenti

Post più popolari