Post

Visualizzazione dei post da Settembre, 2014

Pistola elettrica e videocamere in dotazione alla polizia

Immagine
Pistola elettrica e videocamere in dotazione alla polizia
Approvato l'emendamento al decreto che prevede l'utilizzo del Taser in via sperimentale alle forze dell'ordine. Via libera anche alle telecamere indossabili per gli agenti Le commissioni congiunte Giustizia e Affari costituzionali hanno detto sì: la pistola elettrica sarà data in dotazione alle forze dell'ordine.  Adesso si attende l'approvazione anche del ministero della Salute, l'unico che sì che manca per dare avvio alla sperimentazione.  Il tutto è contenuto nel famoso decreto stadi, pensato per ridurre la violenza durante le manifestazioni sportive.  Quindi l'ultima parola spetterà comunque alla Camera.  E' stato dato il via libera dal garante della Privacy per l'utilizzo, sempre da parte degli
agenti, di piccole telecamere indossbili nel corso di manifestazioni pubbliche.  Quest'ultima pratica era già stata introdotta in via sperimentale a Torino, Milano, Roma e Napoli.
LE CRITICHE -  Alza l…

Derivati-maggior disastro finanziario nella storia del mondo

Immagine
Derivati-maggior disastro finanziario nella storia del mondo
A quando il nuovo collasso del sistema bancario americano?  Micheal Snyder su The Economic Colapse Blog non ha dubbi e per rispondere compie un'interessante analisi sul mondo dei derivati negli Stati Uniti: gli istituti "troppo grandi per fallire" nel paese oggi hanno singolarmente oltre 40 trilioni di dollari di esposizione ai derivati​. Con un debito nazionale di circa 17.700 miliardi di dollari, 40 trilioni di dollari è una cifra quasi inimmaginabile.  E, prosegue l'analista, a differenza di azioni e obbligazioni, i derivati ​​non rappresentano "investimenti" in nulla: sono solo scommesse di carta su ciò che accadrà in futuro. Praticamente una forma di gioco d'azzardo legalizzato e le banche "troppo grandi per fallire" hanno trasformato Wall Street nel maggiore casinò nella storia del pianeta.  Quando questa nuova ​​bolla scoppierà (e scoppierà sicuramente), il dolore che causerà per
l…

Fabbriche- senza padroni- la risposta operaia- alla crisi

Immagine
Fabbriche- senza padroni- la risposta operaia- alla crisi intervista a Andrés Ruggeri di Marco Zerbino Nell'Argentina del post-2001, mentre un intero paese oscillava pericolosamente sull'orlo del baratro a causa di anni di politiche economiche neoliberiste imposte dal menemismo, si sono moltiplicati esempi di fabbriche e imprese recuperate e autogestite dai lavoratori.  Casi poi diventati emblematici come quelli della Zanon o della Chilavert rimandano in realtà a un fenomeno ben più ampio, che
ha visto diversi stabilimenti e unità produttive portati al fallimento da manager senza scrupoli rinascere, sia pure fra mille difficoltà, salvando posti di lavoro e dimostrando, ad un tempo, che è possibile produrre anche senza padroni.  Un processo, reso celebre anche da The Take, il bel documentario diretto nel 2004 da Naomi Klein e Avi Lewis, che nell'Europa della crisi e dell'austerità è fonte di ispirazione per lotte ed esperimenti analoghi moltiplicatisi negli ultimi anni in F…

-Barnard-De Bortoli- sa chi sono davvero i -poteri forti-?

Immagine
-Barnard-De Bortoli- sa chi sono davvero i -poteri forti-? Matteo Renzi minacciato dai Poteri Forti è la più indicibile puttanata mai scritta da un giornalista negli ultimi 160 anni. Ferruccio De Bortoli è un comico formidabile, giuro che ho riso due giorni su ’sta stronzata, non sa di cosa parla.
Prima di tutto Renzi conta per i Poteri Forti come un attaccante
del San Giuliano di Mezzadrino conta nella nazionale del Brasile.
Ma poi, cosa sono per te Ferruccio i Poteri Forti?
Per caso quella faccia da uovo di John Elkann e la Fiat che tirano i fili del tuo pupazzetto? Madonna, sono 100 anni che fanno le più brutte auto del mondo coi soldi dei contribuenti (dovremmo esultare che se ne vanno, ’sti parassiti dello Stato), e la loro finanziaria, la Exor, è un nano confronto ad altri gruppi (vedi sotto).
Confindustria, Ferruccio?
 Quelli che ti tiravano i fili prima?
Squinzi è il secondo uomo più stupido del mondo, e credo che Jeffrey Immelt manco sappia che esista.
La Massoneria?
Nooo, no.
De Borto…

La favola dei superprotetti- Flessibilità -del -lavoro-, dualismo e occupazione in Italia

Immagine
La favola dei superprotetti- Flessibilità -del -lavoro-, dualismo e occupazione in Italiadi Ricardo Realfonzo, da economiaepolitica.it 1. Ridurre le tutele non aumenta l’occupazione Il governo intende procedere con il Jobs Act introducendo il contratto unico a tutele crescenti: una nuova tipologia contrattuale che potrebbe semplificare la normativa sul lavoro se si accompagnasse alla cancellazione della selva di contratti a termine e a una revisione degli ammortizzatori sociali.
 La questione più controversa è se questa nuova riforma debba o meno portare a una riduzione della precarietà del lavoro e, in particolare, se si debbano confermare – una volta che il lavoratore abbia maturato il massimo delle tutele – i livelli di protezione garantiti oggi dal contratto a tempo indeterminato, incluso il principio del reintegro dei lavoratori licenziati senza giusta causa prescritto dall’articolo 18 dello Statuto dei Lavoratori. Esponenti del governo e alcuni studiosi ritengono che l’obbligo di r…

Anche gli imperi hanno le loro discrepanze amministrative.

Immagine
Anche gli imperi hanno le loro discrepanze amministrative.
Non sono poche le testimonianze, anche autorevoli, che raccontano una Roma che, almeno sotto uno dei tanti profili burocratici, aveva diversi problemi a procedere.  Per tutti è dato scontato che il primo teatro stabile in pietra di Roma fosse quello di Pompeo, che sorgeva con edifici annessi più o meno dove oggi sorge il Teatro Argentina, con la cavea, di cui resta ancora qualche laterizio in un
salone dello storico hotel Lunetta.
 Lì, dove una volta c’era il Campo Marzio, lì dove si è scoperto fu assassinato Cesare, proprio su quelle pietre di fronte al Teatro Argentina che facevano parte della Curia di Pompeo, e sulle quali morì solo e attorniato dai gatti come fossero spiriti il grande Antonio Crast.  Un teatro con una cavea di 150 metri la cui forma è ancora visibile, in via del Biscione.  Un teatro che, nonostante la cultura greca a Roma penetrava già sul finire del III secolo, venne costruito solo nel 55 a. C. e nonostante an…

CHI PUO' FARE UNA RIVOLUZIONE...

Immagine
CHI PUO' FARE UNA RIVOLUZIONE... Secondo uno studio universitario per fare una rivoluzione occorre solamente il 3.5% della popolazione.  Questo 3.5% peró, deve essere completamente dedicato alla "causa", fondamentalmente rimanendo in "piazza" fino al raggiungere lo scopo voluto. Magari sembrano pochi, ma in Italia il 3.5% sono 2.126.681 di persone. Una forza che riesca a mobilitare un paio di milioni di persone disposte a tutto
per un tempo prolungato puó storicamente produrre un cambiamento sostanziale.  Indaco Reportage IN QUESTO BLOG I COMMENTI SONO DISABILITATI, SE SEI INDIGNATO E/O VUOI OFFENDERCI VUOI LASCIARE IL TUO PENSIERO PUOI UTILIZZARE LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

-Vivi libero o muori-il Presidente Ucraino resuscita l'Unione Sovietica

Immagine
-Vivi libero o muori-il Presidente Ucraino resuscita l'Unione Sovietica siamo alle soglie di un nuova guerra fredda?  Esiste la possibilitá di una nuova terribile inimaginabile guerra europea?   Ció che fino a poco fa sembrava impensabile oggi é diventato una realtá? tristemente oggi, la risposta a tutte queste domande é SI Petro Poroshenko di fronte al congresso americano in Seduta Plenaria Buoni contro cattivi, Libertá o Barbarie, vivi libero o muori, lotta al terrorismo.In un discorso pieno di retorica e toni apocalittici, spesso interrotto da applausi disciplinati del congresso americano che sembrava un gruppo di cheer leaders, il presidente Ucraino raccoglie il supporto per la guerra che definirà il futuro del mondo.  Poroshenko fa capire che il cessate il fuoco é solo una farsa per raccogliere armi.  Il suo obbiettivo é vincere la guerra per la democrazia contro la Russia.  La quale viene presentata come in un film americano.  L'Ucraina, paladina della democrazia e dei valori occ…

PROGETTO STATI UNITI D'EUROPA

Immagine
PROGETTO STATI UNITI D'EUROPA Progetto Stati Uniti d'Europa: l'origine anglo-americana dell'integrazione continentale e della moneta unica. 
 L'Unione Europea come testa di ponte statunitense sul continente euroasiatico.
 La necessità di salvare l'euro ad ogni costo: guerra in Ucraina compresa. L'aspirazione all'unità del continente ricorre ciclicamente dalla dissoluzione dell'impero romano, ma l'attuale piano di integrazione europea è eterodiretto sin dall'origine dalle élite finanziarie anglosassoni: Bruxelles come un tassello del nuovo ordine mondiale. 
Oggi si puntella l'euro sul baratro del collasso fomentando la guerra in Ucraina e richiamando all'ordine una riottosa Germania.
 In Europa l'impero americano gioca il tutto per tutto. Nel mesto panorama politico di un'Unione Europea agonizzante che si dibatte con
sempre minori energie tra deflazione, depressione economica e percentuali di disoccupazione a dopp…

#Matteo Renzi : proprio un bel cavallo-… di Troia#

Immagine
#Matteo Renzi : proprio un bel cavallo-… di Troia# Cavallo di Troia Matteo Renzi dice che i poteri forti vogliono sostituirlo, strano parrebbe proprio il contrario, perché la mia sensazione è esattamente opposta a questa affermazione, infatti sono proprio i poteri forti che hanno bisogno di un personaggio così per proseguire in un lavoro che il suo alter ego, Berlusconi, non era più in grado di portare a termine in prima persona. Occorreva nuova linfa e un bel cavallo di Troia, giovane e accattivante, con un
nitrito che ammaliasse le masse, illudendole che, finalmente, venisse rottamata la vecchia politica, invece che cosa è successo?  Esattamente il contrario, d’altra parte senza l’appoggio di Berlusconi questo governo non sarebbe in grado di stare in piedi. Certamente Berlusconi ha a cuore il bene del Paese, ma vent’anni di sacrifici da parte sua, non sono abbastanza?  Anche perché di questo Paese è rimasto ben poco, e il cartello “ultimi giorni, prezzi mai visti affrettatevi”, sta per es…

CARO NANNI, DOVE SEI ?

Immagine
CARO NANNI, DOVE SEI ?DI ANDREA SCANZI Ogni volta che guardo Renzi, mi torna in mente Nanni Moretti.  Soprattutto quando, a Piazza Navona, gridò: “Con questi leader non vinceremo mai”.  Di Moretti, come di Benigni, oltre all’arte mi piace (piaceva?) quella loro propensione all’indignazione.  Oggi la “loro sinistra” ha vinto.  E loro, per questo, paiono sereni.  Realizzati.  Placati.  E allora mi viene da chiedergli: caro Nanni, nel tuo diario oggi cosa scrivi? Ora che vedi il tuo leader pomiciare col noto trotzkista Marchionne (1); ora che ammiri il tuo leader riscrivere la Costituzione con Berlusconi(com’è che lo chiamavi? “Caimano”?); ora che le Carfagna (che tanto parevi detestare) si chiaman Boschi; ora che hai tutto il tempo di osservare il tuo leader usare lo stesso mix di incapacità fanfarona e arroganza tronfia che caratterizzavano il peggiore centrodestra d’Europa; ora che non c’è praticamente più differenza
tra Pd e Forza Italia. Ora che osservi tutto questo, caro Nanni, mi permetto d…

Vicenza, esercitazioni internazionali in assetto antisommossa: Eurogendfor?

Immagine
Vicenza, esercitazioni internazionali in assetto antisommossa: Eurogendfor?Paura e stupore ieri a Vicenza, dove nei pressi dell'ex caserma "Ghisa" si è svolta un'imponente esercitazione internazionale che ha visto impegnati centinaia di uomini, in assetto anti-sommossa, armati fino ai denti, alcuni dei quali con il volto coperto o in tenuta da bonifica radioattiva.  Chi ha assistito alle scene ha
ipotizzato che potesse trattarsi di una esercitazione di Eurogendfor, che ha la propria sede proprio a Vicenza, e non è escluso che la super gendarmeria sovranazionale abbia partecipato all'imponente esercitazione, facente parte di un progetto internazionale promosso dalla Comunità europea denominato "European police service training".  Cercando informazioni abbiamo appreso che l'esercitazione è iniziata il 15 di Settembre e si è protratta fino ad oggi 26 Settembre. Staff nocensura.com Di seguito vi proponiamo gli articoli di due testate vicentine che forniscon…