Sprechi in Regione-chi denuncia viene emarginato

Sprechi in Regione-chi denuncia viene emarginatoOrnella Piredda è un ex funzionaria della 


Regione Sardegna che scoperchiò, nel 2009, il vaso di Pandora del caso rimborsopoli. Ormai sono circa 500 i consiglieri regionali coinvolti, alcuni dei quali già a giudizio.
 In Sardegna lo scandalo ha coinvolto anche Francesca Barraciu, attuale sottosegretario del governo Renzi. 
E’ di 48 ore fa la notizia di un allargamento dell’inchiesta, con l’iscrizione nel registro degli indagati di altre 27 persone che fa salire il totale a 93. 
Tra questi ex assessori, tesorieri di partito e Fedele Sanciu, già presidente di provincia, nominato lo scorso anno all’Auhority portuale di Olbia, vicenda per cui il ministro delle Infrastrutture Maurizio Lupi è attualmente indagato per concorso in abuso d’ufficio. 
Se lo scandalo non ha praticamente risparmiato alcuna regione, in Sardegna
pare non finire mai. 
L’ex funzionaria è stata ascoltata ieri nel primo processo che vede alla sbarra 18 consiglieri, per tutti l’accusa è di peculato. Fu la Piredda a farsi dei nemici, chiedendo con insistenza ‘giustificazioni’ sotto forma di scontrini e ricevute per le spese dei consiglieri.
 Oggi sappiamo che quel denaro pubblico, destinato a spese inerenti al proprio ruolo, veniva invece utilizzato per capi di vestiario, camere d’albergo, banchetti nuziali, persino la lavanderia o l’acquisto di costose penne stilografiche.
Come riporta Il Fatto Quotidiano in edicola oggi, “dopo un acceso scontro sulla contabilità con un collega e con il capogruppo del partito per cui lavorava – le era stato tagliato lo stipendio.
 A poco a poco era stata anche demansionata e poi, durante un periodo di malattia, le avevano cambiato ufficio, sbattendola in una stanza senza computer e telefono.
 Dopo aver venduto la casa che non poteva più pagare, si è rivolta prima al Tribunale del Lavoro, che le ha già dato ragione, e poi alla procura”.
E’ in questo momento che parte la denuncia per mobbing e che aprirà la strada all’inchiesta sulle spese pazze. Indagine che riguarda sia la legislatura guidata dal centrosinistra dell’ex governatore Soru (PD), che quella di centrodestra appena conclusa (l’ex governatore Cappellacci). E che ha influenzato indirettamente anche la corsa poi vinta da Pigliaru (PD), diventato presidente della Regione lo scorso febbraio. Inizialmente il candidato del centrosinistra era l’ex consigliera Francesca Barraciu, ma il coinvolgimento in ‘rimborsopoli’ ha spinto il partito a farle fare un passo indietro (subito ‘risarcita’ con un posto da sottosegretario).
Il nuovo filone di inchiesta coinvolge direttamente anche la politica nazionale: indagati il deputato di Scelta civica Pierpaolo Vargiu e il senatore di Sinistra Ecologia e Libertà Luciano Uras. 
Sotto inchiesta anche l’ex presidente del consiglio regionale Claudia Lombardo e ben cinque ex assessori: Mariano Contu, Sergio Milia, Andrea Biancareddu, Nicolò Rassu e Antonello Liori. 
http://www.signoraggio.it/sprechi-in-regione-chi-denuncia-viene-emarginato/
IN QUESTO BLOG I COMMENTI SONO DISABILITATI, SE SEI INDIGNATO E/O VUOI OFFENDERCI VUOI LASCIARE IL TUO PENSIERO PUOI UTILIZZARE LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

Commenti

Post più popolari