onore allo spartano P.Barnard-non mi candido, resto qui a combattere per voi

onore allo spartano P.Barnard-non mi candido, resto qui a combattere per voi


Dedicato al mio 0,2%.
 Dal 2004 sono stato cacciato tre volte dalla Tv nazionale per aver detto quello che non andava detto.
 Dicevo ciò che vi difende.
 Ho perso tutto il mio reddito, vivo della pensione di mia madre, ho 56 anni, con 30 anni di giornalismo sulle spalle che ha toccato quasi tutte le testate nazionali.
 Per voi ne vale la pena, voi, il mio 0,2%.
 Ricevo le vostre mail, non sapete che doni sono.
 Avevo iniziato a chiedere una parcella per le mie conferenze. 
Due volte su tre l’ho poi rifiutata. 
Ma ho smesso di chiederla.
 Non posso rischiare di perdere la vostra fiducia col sospetto che Barnard “ha preso soldi da tizio o caio”.
 Mi è stata proposta la candidatura alle europee da Fi-An e dal Pdl (con testimoni). 
Avete un’idea dei soldi che andavo a prendere? 
Ho rifiutato perché se no perdevo la vostra fiducia.
Ho allontanato da me e dalla mia lotta per voi chiunque si stesse macchiando di compromessi sospetti, o decisamente sporchi, o di semplice stupidità. Perché chi combatte per voi deve essere uno dei 300 Spartani.
 Ne va della vostra vita. 
Per due volte, in due anni, ho pubblicamente sfidato chiunque a trovare lo scheletro nell’armadio di Paolo Barnard. 
Mi avessero trovato una sola, una sola!, compromissione con chiunque in politica o nella carriera.
 Nessuno si è fatto avanti con nulla.
 Io sono pulito come nessun altro, se no non avrei la vostra fiducia. 
Sono l’unico divulgatore in Italia, e forse nel mondo, che sta mettendo nelle mani del cittadino medio l’arma finale del Vero Potere: l’Economia.
 Io ve la traduco, ve la decifro, così che voi possiate capire subito cosa vi fanno, e con che mezzi, quelli che veramente comandano. 
Questo non è tollerato dal Vero Potere. Infatti…
Ho paura spesso. 
Mi sono successe cose strane, non sto qui a raccontarle tutte.
 L’altro giorno ero dai carabinieri a denunciare il timore che mi nascondano droga in casa, visto che un individuo era stato visto rubarmi le chiavi dalla giacca.
 Ho trovato una corona celebrativa della morte dei partigiani appesa alla mia porta di casa, l’altra notte. 
Ho ricevuto lettere con avvisi. 
La paura me la faccio passare, per voi, se no non sarei utile a voi.
 So che in Italia uno come me non sarà mai noto, mai celebrato, mai seguito da tanti. 
Vorrei però essere ricordato un giorno come uno Spartano, uno dei 300, che ha fatto un pezzo di guerra guidato da un solo principio: il Principio Morale che impone la radicalità delle idee, e i duri prezzi da pagare per esse.
 Uno che li ha pagati. 
Il Principio Morale ha un solo nome: essere puliti e irremovibili sul quel principio. 
E io lo sono. 
Per voi. 
Ho già pubblicato in termini semplici per tutti, tutto ciò che c’è da sapere per salvare la vostra vita e il futuro dei vostri figli. 
Ho indicato il Vero Potere, chi davvero decide di voi, e cosa fare concretamente. 
Ora avanti, se ci sarà strada.
(Paolo Barnard, “Pulito, al vostro servizio”, dal blog di Barnard del 1° maggio 2014).

Commenti

Post più popolari