LA FESTA DELL’IDIOTA

LA FESTA DELL’IDIOTA

Mi venga perdonata la durezza di una opinione espressa a titolo puramente personale, ma la ricorrenza del 1° maggio ormai è talmente svuotata di senso da essere di fatto la Festa dell’Idiota.
Non andare a lavoro per un giorno, in un mercato organizzato e gestito dalle multinazionali della finanza, affollando cortei di piazza per andare a sentir parlare la mattina sindacalisti senza dignità scesi a compromesso con le multinazionali della finanza, il pomeriggio politici impresentabili a libro paga delle multinazionali della finanza, e la sera al concerto di musicisti ombra di sé stessi, pagati dal circo mediatico delle multinazionali della finanza; il tutto vergognosamente presentato da mass-media interamente di proprietà delle multinazionali della finanza.
E il giorno dopo tutti al lavoro, dopo la festa ristoratrice.
Io francamente oggi lavoro.
Dando il mio umile contributo perché i nostri anni futuri siano fatti, anziché di 1 giorno da idiota e 364 da schiavo, di 365 giorni da essere umano libero, responsabile e, più che Lavoratore, Creatore.
Riusciremo a far sì che questo avvenga?
 Ovvio che sì, domanda pleonastica.
Jervé
http://www.iconicon.it/blog/2014/05/la-festa-dellidiota/

Commenti

Post più popolari