LA COSTAMAGNA SPIAZZA TUTTI SULLA SCONFITTA DI GRILLO

LA COSTAMAGNA SPIAZZA TUTTI SULLA SCONFITTA DI GRILLO

Luisella Costamagna commenta la sconfitta di Grillo e l'exploit di Renzi sul suo blog sul fattoquotidiano.it. Il Movimento Cinque Stelle, ha sottolineato la giornalista, è una forza "non violenta e da cui bisogna imparare". "A Grillo si è data la colpa di tutto: dei dati economici negativi (anche se non mi risulta sia stato al governo nell'ultimo anno e mezzo), del crollo delle borse, dell'aumento dello spread. E poi dei toni accesi, degli insulti (anche se le parole "buffone", "assassino", "serial killer squilibrato", "stalinista" le hanno pronunciate rispettivamente Renzi, Berlusconi, Crosetto e Schulz, diciamo che perlomeno sono pari). Del non aver parlato dell'Europa (perché gli 80 euro in busta paga erano un tema europeo?) Ripeto: è Grillo ad aver spaventato gli elettori o tutti i partiti - e buona parte dell'informazione - compatti contro di lui?". 
E ancora: "Io questa paura di Grillo non la capisco. 
Non la capisco a maggior ragione in un partito che dovrebbe essere in sintonia con molte battaglie dei 5 Stelle. Dovrebbe. Bastava seguire un suo comizio, invece di leggere le sue parole falsate da tre quarti di stampa e tv, per capire che da una folla che urla "Onestà" non c'è nulla da temere.
 Anzi, c'è molto da imparare (sempre, ovviamente, che non si abbia nulla da nascondere)". 
La Costamagna conclude il suo ragionamento con rassegnazione: "Vince Renzi. Stravince Renzi. W Renzi. 
Il nostro destino è morire democristiani. PS: si comunica che il carro del vincitore è ormai un tir.
 Non spingete per salire. 
C'è posto per tutti".

IN QUESTO BLOG I COMMENTI SONO DISABILITATI, SE SEI INDIGNATO E/O VUOI OFFENDERCI VUOI LASCIARE IL TUO PENSIERO PUOI UTILIZZARE LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

Commenti

Post più popolari