Berlusconi ad un passo dal carcere

Berlusconi ad un passo dal carcere


Ovvero dopo che si legge nell’istanza: «Ritenuto che la condotta di Berlusconi post affidamento si sta avvicinando sempre più a una richiesta di revoca da parte di questo ufficio e che per tanto i suoi spazi di manovra pubblici devono essere contenuti nei limiti già fissati in ordinanza di concessione del beneficio, ad oggi mal utilizzato, questo ufficio da parere contrario alla istanza del 29 aprile 2014», sembra chiaro che poco manchi perché l’ex Cavaliere saluti la casa di riposo di Cesano Boscone per dirigersi verso il carcere e poi gli arresti ai domiciliari.
Nulla da fare quindi sulla sua presunta partecipazione alla trasmissione “Virus” di Nicola Porro e a quella di Lucia Annunziata, certo è che si tratta di un avviso che più chiaro non poteva essere da parte dei magistrati per i quali la “condotta” fin qui tenuta dal “detenuto affidato in prova” è ad un passo dalla revoca del beneficio concesso.
Sembrerebbe dalle note scritte dal sostituto Pg Antonio Lamanna, che proprio non siano piaciute quelle dichiarazioni in cui l’ex premier definiva “mostruosa” la sua sentenza di condanna definitiva per frode fiscale e si dice molto infastidito quando viene definito “ridicolo” l’affidamento concesso perché lui non ne ha bisogno per i suoi trascorsi di uomo politico pubblico», sarebbe a dire conclude Lamanna nel suo scritto « non rispettare le prescrizioni impostegli e non rispettare le istituzioni e le regole della convivenza civile, così come riportato a pagina due della stessa istanza». 
Chissà se anche questa è una manovra politica dell’ex Cavaliere che vedendo dopo la sua condanna alla casa di riposo un aumento in termini di preferenze degli elettori, speri che con una sua nuova condanna ai domiciliari di riuscire ad avere dalla sua ancora più cittadini che non lo vedrebbero più come un colpevole di frode ma una vittima della magistratura e dello Stato.
Fatto sta che Berlusconi ormai è consapevole di avere il fiato sul collo da parte dei magistrati, tant’è che mercoledì sera poco dopo le 23, orario limite previsto dalla condanna per il rientro a casa del Cavaliere, quest’ultimo si è visto arrivare una pattuglia della polizia presso la sua abitazione romana per controllare se davvero “l’affidato ai servizi sociali” ci fosse.
Guerriero del Risveglio
http://www.signoraggio.it/berlusconi-ad-un-passo-dal-carcere/

Commenti

Post più popolari