Toti e la Gelmini

Toti e la Gelmini

In queste dichiarazioni confidenziali tra i due, Toti informerebbe la Gelmini che Berlusconi è molto preoccupato sull’esito della pena che gli sarà comminata dal tribunale di sorveglianza il 10 aprile (arresti domiciliari o servizi sociali?), ma il Cavaliere è molto angosciato anche dal fatto di essere soffocato da un «abbraccio mortale» portato a termine da Renzi sulle riforme.
Il consigliere politico dell’ex Cavaliere avrebbe raccontato alla compagna di partito la difficoltà di spiegare all’elettorato che «Ci stiamo caricando di responsabilità che non sono nostre.
 Stiamo dando sangue per riforme che non sono nostre” prospettando che sia il caso che «i sottoscrittori dell’accordo sulle riforme tornino a sedersi attorno a un tavolo e ridiscutano perché noi sul testo del Senato non ci stiamo: è scritto male, è tecnicamente fatto male».
 Proprio su questo testo infatti ci sono stati i primi problemi interni a F.I. dove più della maggioranza dei senatori si appresta a presentare un nuovo testo.
Ormai la campagna elettorale è iniziata e quindi gli uomini di Berlusconi devono cercare di portare a casa un buon risultato e recuperare i voti che stanno perdendo e secondo Toti, «bisogna essere meno timidi in quanto opposizione.
 Per esempio perchè 80 euro per i lavori dipendenti e non per gli autonomi e le partite Iva?».
La situazione però si fa sempre più complessa in quanto secondo il ragionamento di Berlusconi se dovesse accettare in pieno quelle che sono le richieste dei suoi senatori si rischierebbe di far saltare il banco e il governo e a quel punto F.I. verrebbe accusata di essere quel partito conservatore che volendo mantenere lo status quo non ha permesso il cambiamento.
 Questo sarebbe solo un ennesimo grande regalo a Renzi.

Guerriero del Risveglio
http://www.signoraggio.it/toti-e-la-gelmini/
SE VUOI COMMENTARE PREMI IL PULSANTE ROSSO CHAT

Commenti

Post più popolari