Ordine di arresto per Dell’Utri, ma gli agenti non lo trovano: è irreperibile

Ordine di arresto per Dell’Utri, ma gli agenti non lo trovano: è irreperibile

Marcello Dell’Utri inaspettatamente da ieri è irreperibile; evento preoccupante in presenza di un divieto d’espatrio, presentato dalla Procura generale prima dell’udienza di Cassazione che nei prossimi giorni deciderà sulla condanna di sette anni per concorso esterno in associazione mafiosa a
carico dell’ex senatore del Pdl. 
I giudici della Corte d’appello di Palermo hanno già firmato l’ordinanza di custodia cautelare per pericolo di fuga.
L’ordine d’arresto è stato trasmesso ai poliziotti della Dia, ma è rimasto ineseguito. 
Gli agenti sono andati a casa sua a Milano ma non l’hanno trovato. 
Dell’Utri risulta ufficialmente irreperibile.
 Secondo gli inquirenti l’ex senatore potrebbe già essere in uno dei suoi rifugi all’estero, tra Santo Domingo, dove è propietario della famosa villa acquistata con i proventi della vendita a Berlusconi della proprietà sul lago di Como, o in Libano o in Guinea Bissau che con l’epidemia di Ebola in atto pare un pò inverosimile.
Due paesi quest’ultimi a cui gli inquirenti hanno pensato per via di un’intercettazione telefonica di novembre a carico del fratello di Dell’Utri, Alberto, ascoltato mentre parla con un ristoratore romano delle possibili vie di fuga del fratello appunto in Guinea e in Libano.
L’ordine di custodia cautelare era tecnicamente parlando l’unica possibile per bloccare Marcello Dell’Utri e impedirgli la probabile fuga all’estero.
 Il codice prevede infatti che, per il reato di concorso esterno in associazione mafiosa, non ci possano essere misure alternative per la restrizione della libertà personale.
 Per questo la richiesta del divieto d’espatrio avanzata dalla procura generale era stata due volte respinta e la custodia cautelare invece è stata accolta in extremis.

http://www.informazionelibera.info/ordine-di-arresto-per-dellutri-ma-gli-agenti-non-lo-trovano-e-irreperibile/

Commenti

Post più popolari