#Mugabe alla canonizzazione dei papi: non può entrare in Europa- ma il Vaticano lo accoglie

#Mugabe alla canonizzazione dei papi: non può entrare in Europa- ma il Vaticano lo accoglie


di Guido Keller -
In occasione della canonizzazione dei papi Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II, era presente in Vaticano, tra i vari capi di Stato, anche il presidente dello Zimbabwe Robert Mugabe.
Diverse organizzazioni umanitarie accusano Mugabe di persecuzione degli avversari politici, di torture, di repressione delle minoranze etniche, in particolare i bianchi e i Ndebele, dell’esproprio dei beni e delle proprietà altrui a proprio personale beneficio, di brogli elettorali, tutte cose che i suoi detrattori riassumono con il termine di “Regno del terrore”.
In passato il segretario generale della Trades Union Congress, Brendan Barber, ha dichiarato in occasione di uno sciopero generale che “Gli abitanti dello Zimbabwe stanno soffrendo a causa della corruzione, delle brutali repressioni e dell’incredibile mal gestione dell’economia da parte di Mugabe. Stanno lottando per i propri diritti, e noi dobbiamo lottare con loro”.
Robert Mugabe, che è nato nel 1924 nella missione gesuita di Kutama, venne imprigionato nel 1964 per attività anti-coloniale e condannato a 10 anni di reclusione. Laureatosi in Giurisprudenza, divenne Primo ministro nel 1980 e nel 1985, salvo poi operare per l’abolizione della sua stessa carica e diventare così presidente della Repubblica nel 1987.
Da allora è rimasto ininterrottamente alla guida del Paese africano, arrivando a far cambiare la Costituzione nel 2007 che non gli avrebbe permesso di superare i 4 mandati.
Non è la prima volta che Mugabe si presenta in Vaticano, basti pensare che partecipò anche alla cerimonia di beatificazione di Giovanni Paolo II, nel 2011: per quanto gli sia vietato l’ingresso nell’Unione europea, i Trattati Lateranensi consentono ad ogni persona accettata nel Regno del papa di passare sul suolo italiano.
Mugabe è arrivato a Roma sabato mattina, all’aeroporto di Fiumicino, ed il suo aereo è stato l’unico dei capi di Stato ad essere parcheggiato nella zona di carico dello scalo, lontano dai fotografi e dalla struttura principale del terminal.
Di formazione cattolica, Mugabe sostiene la Chiesa nel suo paese, la quale è strutturata in due arcidiocesi e in sei diocesi, e conta 1.400.000 battezzati, 510 sacerdoti e 1.00 religiose.
Nunzio apostolico dal 2014 è Marek Zalewsli, polacco come lo era Giovanni Paolo II.
http://www.notiziegeopolitiche.net/?p=40389

Commenti

Post più popolari