#Le possibilità dell’accordo tra Renzi e Berlusconi-

#Le possibilità dell’accordo tra Renzi e Berlusconi-


Berlusconi infatti ridendo e scherzando durante un incontro televisivo descrivendo Renzi come «un simpatico tassatore» ha rincarato la dose sottolineando che proprio non va bene il progetto di riforme della Costituzione, sbagliato su molti fronti e che avrebbe bisogno di una rivisitazione. Il problema però, quello che lascia sulle spine non solo il governo ma tutti gli italiani, è capire che ne sarà delle Riforme da quella Costituzionale a quella dell’Italicum, Berlusconi continuerà a sostenere la larga maggioranza oppure no?
Per il momento nulla è chiarito anzi, se si pensa che lo stesso consigliere politico di Berlusconi, Toti, ha dichiarato “che nulla è precluso, anzi dipende tutto da Renzi. Perché è il Pd, nella versione berlusconiana, che cambia continuamente le carte in tavola e rende a Forza Italia la vita impossibile”, capite bene che sciogliere la matassa del problema sembra essere molto arduo e criptico.
In realtà però i mediatori che sono Verdini e Guerini, il primo per conto di Forza Italia e l’altro per il Pd sono già all’opera e avrebbero già concordato alcune modifiche al testo governativo sulla riforma del Senato. Ma visto l’umore dell’ex Cavaliere, le ipotesi a questo punto potrebbero essere due: o avvicinandosi le elezione europee, sta nel gioco delle parti, fingere esternamente che non ci siano accordi, in modo tale da accontentare i militanti di uno e dell’altro schieramento oppure realmente l’accordo è lungi a divenire in quanto non si parla di piccoli ritocchi ma di cambiamenti sostanziali.
Al momento a parte quelli che potrebbero essere i retroscena, si può solo intravedere uno spiraglio aperto da Berlusconi a Renzi e alle sue riforme quando dichiara: «Daremo il via libera solo quando la corda sarà sul punto di spezzarsi, e non prima». 
http://www.signoraggio.it/le-possibilita-dellaccordo-tra-renzi-e-berlusconi/
Guerriero del Risveglio 

Commenti

Post più popolari