La strana rinuncia di Bondi

La strana rinuncia di Bondi

Le defezioni del partito continuerebbero facendo accetta di personaggi storici e simbolo di F.I. 
come nel nuovo caso che secondo indiscrezioni di Palazzo vedrebbe protagonista Sandro Bondi, l’ex coordinatore del Pdl, che però da tempo lo si vede defilato politicamente e quasi fosse in ritiro spirituale presso le campagne piemontesi come se stesse meditando anche lui di prendere una decisione difficile e dolorosa ma necessaria.
Il primo passo che avrebbe messo sull’allerta molti esponenti forzisti e non solo sarebbe quella lettera spedita qualche giorno fa nella quale l’ex ministro della Cultura si sarebbe dimesso da amministratore nazionale di Forza Italia e se lui ha motivato la decisione spiegando che si tratta soltanto di una questione tecnica poiché non ha le competenze manageriali per occuparsi di
quel ruolo, in molti facendo dietrologia hanno intravisto in questo un primo passo di allontanamento nei confronti di Berlusconi.
Altri amici di Bondi invece affermano che allo stesso proprio non piaccia quella nuova trincea che è stata costruita intorno a Berlusconi partita con la cacciata della storica segretaria Marinella alla quale l’ex ministro era molto legato.
Per molti quindi la causa dei continui dispiaceri che attanagliano l’ex premier sarebbero dovuti a quel nuovo “cerchio magico” che lo starebbe portando a prendere decisioni improvvide e sicuramente nocive non solo per lui ma per l’intero partito sempre più diviso su ogni decisione da prendere dalle alleanze alle candidature.
http://www.signoraggio.it/la-strana-rinuncia-di-bondi/
Guerriero del Risveglio

Commenti

Post più popolari