Indaco Reportage:Se spegni la TV Renzi non c’è più…

Indaco Reportage:Se spegni la TV Renzi non c’è più…

 Massimo Rodolfi 
Perché ride?
Oh Dio, probabilmente non sarà proprio così letterale, però vi garantisco che per un po’ funziona.
 Infatti, sto tornando in questo momento da Reykjavik, dopo un soggiorno di dieci giorni in Islanda, durante il quale, poveri noi, non abbiamo potuto vedere un attimo di televisione.
 Salire sull’aereo, dopo lo scalo a Parigi, e vedere tanti italiani leggere così avidamente il giornale, mi ha suggerito di scrivere questo articolo. 
Tanto in aereo cosa fai se l’articolo non scriverai?
Mi è bastato sbirciare qualche titolo, per provare una sensazione allo stomaco, che non provavo da un po’: ‘Berlusconi non paga i deputati’… ‘Obama cede sulla Crimea’… e via di questo passo.
 Mi ci è voluto un po’ a capire l’origine della sensazione, ma poi l’ho identificata: è la nausea provocata dalla situazione italiana e mondiale, unita a come i media trattano l’argomento, da quei servili giullari che sono.
In dieci giorni, immerso nelle bellezze di una natura ‘quasi’ incontaminata, se non fosse per qualche scia chimica che ho potuto avvistare anche in Islanda, mi ero praticamente dimenticato della litania quotidiana, a cui ci obbligano le servili attività dei mezzi di informazione.
Credetemi, non esagero, avete mica notato che schifo che sono diventati i telegiornali?
 A momenti non fanno più nemmeno cronaca, non dico informazione, ma ormai tengono delle monografie sul potente di turno. 
Addirittura, adesso siamo anche informati sull’ora del ritorno nella sua casetta in Toscana, del nostro novello Presidente del Consiglio.
Son soddisfazioni, eh?
 Non so quanti ettari di foresta scompaiono al minuto sulla Terra, grazie alla deforestazioni delle multinazionali che ci vogliono far mangiare quei buonissimi hamburger plastificati di Mc Donald’s, ma a noi che ce ne frega?
 Io voglio sapere a che ora si è fatto la barba Renzi!
E cosa volete… non ha senso nemmeno prendersela con i giornalisti.
 Cosa volete che scriva qualcuno pagato da chi possiede i mezzi di informazione?
 In ultima analisi sono gli stessi che detengono il potere politico ed economico, che pagano i giornalisti per scrivere ciò che fa comodo al potere stesso. Questa è facile da capire, ma perché ancora tanti non ne sono consapevoli? Perché siamo dei coglioni, ulteriormente rincoglioniti dai media, semplice…

Questi ci raccontano la fola dell’Oca Bianca, e noi ci crediamo.
 Però bisogna dargli atto che, tra politici e giornalisti, è una gara dura.
 Gli incantatori di serpenti gli fanno un baffo. 
Ne vidi uno a Delhi, anni fa, che senz’altro era più onesto.
 Aprì la sua cesta con il suo bel cobra sdentato dentro, lo tirò fuori, gli diede uno schiaffo per svegliarlo, e poi iniziò a suonare il suo flauto, e il serpente fece il suo lavoro.
A noi danno schiaffi economici e morali dalla mattina alla sera e macché, non facciamo una piega, anche noi continuiamo a danzare al suono della musica che ci suonano. 
Accettiamo la ‘flessibilità‘ del lavoro, la disoccupazione giovanile, crediamo alla crisi come fatalità, facciamo i sacrifici perché l’Europa ce lo chiede, continuiamo a votare dei fantocci, teatranti ed irresponsabili, che sparano balle a più non posso, per mantenere i loro imperi clientelari… non trovate che stia meglio il cobra?!
Nel frattempo, l’aereo è atterrato, sono a casa, e ho riacceso l’infernale strumento, giusto in tempo per ascoltare una marea di cazzate.
 Quella che mi ha colpito di più è stata quella di Massimo Gramellini, il giornalista de La Stampa, detta anche La Busiarda dai torinesi. 
Insomma, nel teatrino buono d’Italia, nel programma di Fazio, Gramellini ha praticamente suggerito al magistrato di Trani, che ha aperto un’indagine sulla relazione vaccini-autismo, di andare a fare qualcosa di più importante, minando con quattro parole, di scontata superiorità scientifica, la tesi che il PM vuole indagare.
Mi sa che su sta cosa ci scrivo domani con più calma, però, Gramellini, dimmi una cosa, ma che problema c’è se qualcuno, finalmente, indaga su qualcosa sostenuto per decenni da associazioni di genitori di tutto il mondo, ricercatori indipendenti e scienziati.
 Perché non ti informi un poco, mica tanto, un poco, prima di dire delle cazzate rassicuranti per la ‘morale’ dominante, che ‘guai a mettere in discussione la scienza e i vaccini’… dai, fai un po’ quello che dovrebbe essere il tuo lavoro, non hai fatto molta fatica a sparare questa…
Come vedete, con la TV accesa, non solo torna Renzi, ma anche tutti gli altri… che tristezza!

http://www.primapaginadiyvs.it/se-spegni-tv-renzi-non-ce/#
SE VUOI COMMENTARE PREMI IL PULSANTE ROSSO CHAT

Commenti

Post più popolari