Indaco Reportage 3 motivi per dire no al drone poliziotto e a Renzi

Indaco Reportage3 motivi per dire no al drone poliziotto e a Renzi

 Luca Tomberli
Non bastava il volo dei politici attuali sulle disgrazie dell’Italia? 
A Roma, il 24 maggio, verrà presentato il primo drone poliziotto made in Italy.
E’ stato progettato dalla AD Precision Mechanics, un’ azienda romana di Monterotondo, per la società italiana Securitas Metronotte leader in sicurezza e vigilanza .
 Si chiama Guardian 2000 e costituirà il fiore all’occhiello del primo salone aereonautico dedicato ai droni.
 In quell’occasione sarà organizzato per i rappresentanti delle Forze Armate e dell’Ordine un work shop sui droni e la sicurezza.
 Inoltre un altro seminario avrà come tema l’impiego dei droni nella quotidianità.
Il Robocop del cielo è radiocomandabile, può volare ininterrottamente per 45 minuti, ha un’apertura alare di due metri ed è dotato di una telecamera orientabile che permette riprese nitide anche in caso di maltempo. 
Nel video di presentazione viene annunciato come la risposta adeguata alla microcriminalità. 
Con Guardian 2000 potete dormire tranquilli: ladri, clandestini e spacciatori hanno le ore contate.
 Questo potrebbe essere lo spot del drone poliziotto.
 Invece non dobbiamo barattare la libertà con le voci delle sirene che evocano giustizia e ordine 
Anzi dobbiamo lottare affinché non venga instaurato un regime di polizia in nessuna parte del mondo.
 Comunque quanto è più rassicurante il cane poliziotto rispetto al “sinistro” drone poliziotto.
Il desiderio di un ordine mondiale apre il campo ai predatori delle coscienze. Nel mondo vi è chi opera per alimentare il disordine e la sperequazione, perciò chi lavora per il nuovo ordine mondiale ci induce a portare l’attenzione sui pesci piccoli.
 L’immigrazione, la crisi e il consumo della droga sono pilotate ad arte per far percepire l’insicurezza nelle persone. 
Chi è impaurito, senza speranza e fuori di sé è più facilmente assoggettabile. Ed è proprio quello che si sta consumando sotto i nostri occhi, dove la sovranità popolare è sempre più una chimera.
In questo momento Renzi incarna l’esempio più illustre di chi opera al servizio dei poteri forti. 
La sua azione politica, calata dall’alto, sta cercando di smantellare con meticolosità, e velocemente, ogni possibilità di confronto.
 Matteo porta avanti, nel segno della continuità, il lavoro dei precedenti governi.
 L’abrogazione del Senato, la fine della concertazione sindacale e l’aumento dei poteri del premier vanno nella direzione di allontanare i cittadini dalla cosa pubblica.
 Invece di continuare a sperare che la soluzione piombi dall’ alto, perché non ci muoviamo dal basso e mandiamo a cagare chi volteggia sulla povera Italia.

http://www.primapaginadiyvs.it/motivi-per-dire-drone-poliziotto-renzi/#

Commenti

Post più popolari