Calabria, muore a casa perché non c’è posto negli ospedali. Il figlio: “Mandati fuori regione”

Calabria, muore a casa perché non c’è posto negli ospedali. Il figlio: “Mandati fuori regione”

Il protagonista è un uomo di 97 anni il cui figlio ha deciso di riportare
volontariamente il padre a casa dove è morto.
L’episodio è stato raccontato dal leader del Movimento Diritti Civili,
Franco Corbelli, il quale è stato informato dell’accaduto dal
figlio dell’anziano deceduto.
Mentre il novantasettenne era nel pronto soccorso per una
insufficienza renale, i medici hanno informato il figlio che
avrebbe potuto ricoverare il padre a Salerno, Matera oppure in Sicilia. L’uomo,
considerata l’età del genitore, ha però deciso di riportalo volontariamente a
casa.
Sull’accaduto il figlio dell’anziano non ha presentato nessuna
denuncia. “Al figlio dell’anziano – racconta Corbelli – i medici hanno
riferito che non c’era posto in nessun ospedale calabrese e che sarebbe dovuto
andare a Salerno, Matera o in Sicilia. L’anziano è deceduto ieri nella sua casa
in provincia di Cosenza. La triste e tragica storia di questo anziano dà una
idea di come è ridotta oggi la sanità nella nostra regione. Questo anziano è
stato ricoverato per alcuni giorni in pronto soccorso, in un ospedale della
provincia di Cosenza. Successivamente a causa della impossibilità di trovare un
posto disponibile quest’uomo è ritornato a casa”.
“Non si è riusciti a trovare un posto disponibile – aggiunge – in tutti gli
ospedali della Calabria per un uomo gravemente malato. Aveva 97 anni. Ma non per
questo, per la sua età, aveva perso il diritto all’assistenza, alla salute e
alla vita”.

fonte: http://www.blitzquotidiano.it/cronaca-italia/calabria-muore-a-casa-perche-non-ce-posto-negli-ospedali-figlio-mandati-fuori-regione-1810964/
http://www.signoraggio.it/calabria-muore-a-casa-perche-non-ce-posto-negli-ospedali-il-figlio-mandati-fuori-regione/

Commenti

Post più popolari