Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2014

Indaco Reportage: Il ‘Nazareno Bis’

Immagine
Indaco Reportage:Il ‘Nazareno Bis’ Ed è così che Per Forza Italia si parla di “patti violati” e della necessità che vi sia un nuovo vertice tra i due leader affinché si torni a porre dei punti fermi sull’Italicum e il resto delle riforme che erano state incardinate. 
A far scattare i nervi ai rappresentanti azzurri è stata la mossa di Renzi, che per acquietare i dissapori interni al Pd ha deciso di invertire Italicum e ddl sul bicameralismo che non era all’interno dei patti siglati con l’ex Cavaliere. Sembra ormai certo che se Renzi vuole portare a casa quelle riforme tanto sbandierate sarà costretto soprattutto a causa dei voti risicati che detiene al Senato a concedere un ‘Nazareno Bis’ a Berlusconi. Gli uomini dell’ex Cavaliere sono talmente certi che questa è l’unica soluzione che potrà prendere il Premier che già hanno in mente come sciogliere il nodo che riguarda la riforma al Senato, come spiega Romani: ”il principale problema che abbiamo identificato riguarda l’elezione del Senat…

Indaco Reportage: La scomparsa del volo MH 370 e la guerra elettronica, quale nesso?

Immagine
Indaco Reportage:La scomparsa del volo MH 370 e la guerra elettronica, quale nesso? 8 marzo 2014. Del Boeing 777 – 2H6ER, decollato dall’aeroporto diKuala Lumpur (Malaysia, ex Malesia), pista 32R, e diretto a Pechino, circa 40 minuti più tardi, mentre sorvola il Golfo di Thailandia, si perde il contatto radar.
Nessuna chiamata di soccorso o qualsiasi altro tipo di messaggio è inviato dall’equipaggio.  L’ultima comunicazione perviene alla 01:07 LT (ora locale) e non contiene riferimenti ad alcun problema o avaria. Alle ore 01:19 LT è registrata l’ultima trasmissione radio con il comandante che dice: “Va bene, buona notte”. Alle ore 01:20 LT, il transponder viene spento; l’ ultimo contatto radar è delle ore 01:30 LT.  Si suppone che, dopo essere sparito dal radar, l’aereo abbia continuato a viaggiare per alcune ore, incrociando in direzione opposta a quella programmata nel piano di volo, probabilmente verso sud, sopra l’Oceano Indiano. Nei quattro giorni successivi non si riesce in alcun mod…

Indaco Reportage: Banche: Sepa al posto del Rid, caos conto. Bollette non pagate, costi a sorpresa

Immagine
Indaco Reportage:Banche: Sepa al posto del Rid, caos conto. Bollette non pagate, costi a sorpresa Primo febbraio: parte il nuovo meccanismo europeo di pagamento Sepa Direct Debit.  Si tratta del sostituto del Rid, cioè il sistema per l’addebito delle bollette in conto corrente. 
Il piano nazionale di migrazione dal vecchio al nuovo sistema è datato 2007. Ma, arrivati al dunque, nelle banche italiane è scoppiato il caos: si va dalle fatture che giacciono impagate da giorni nonostante i conti correnti siano in attivo, a quelle che vengono saldate anche due o tre volte.  Tanto da scatenare le ire di molti correntisti che hanno segnalato la loro situazione a ilfattoquotidiano.it.  Tutta colpa di problemi meramente tecnici risolti o in via di risoluzione, che però coinvolgono trasversalmente tutti gli istituti di credito.  Persino colossi come Unicredit che ha appena inaugurato a Milano una avveniristica sede alla presenza dell’ormai ex premier Enrico Letta e di tutto il gotha della finanza ital…

Indaco Reportage: Volo Malaysia Airlines 370: La storia di Philip Wood-MASSIMA DIFFUSIONE

Immagine
Indaco Reportage : Volo Malaysia Airlines 370: La storia di Philip Wood-Massima Diffusione

ONU epoca americano Che Philip Wood E nell'elenco Dei Passeggeri A bordo del Volo MH370 Di Malesia Arlines sparito Nel nulla l'8 di marzo. Il 18 marzo, Dieci Giorni DOPO, l'uomo sarebbe riuscito a INVIARE Una FotoGrafia scattata col Cellulare da Dentro Una cella. 
Infatti, Secondo la testimonianza SUA, Il Volo 370 sarebbe stato I dirottato e atterrato in Un Luogo Che il Boeing 777 avrebbe potuto raggiungere. Ecco il Messaggio SMS Inviato da Legno: "Sono stato tenuto in ostaggio da sconosciuti militare dopo il personale
il mio volo è stato dirottato (bendato).
 Io lavoro per IBM e sono riuscito a nascondere il mio cellulare nel mio culo durante il dirottamento. Sono stato separato dal resto dei passeggeri e sono in una cella. Il mio nome è Philip Wood. Penso che sono stato drogato come bene e non riesco a pensare con chiarezza. " "Sono Stato Preso in ostaggio da Personale mili…

Indaco Reportage: Italia: contestazioni contro visita Obama, “Capo della guerra globale permanente”

Immagine
Indaco Reportage:Italia: contestazioni contro visita Obama, “Capo della guerra globale permanente” E’ durata poco meno di due ore e vi hanno partecipato non più di 200 persone la manifestazione dei Cobas che si è svolta nel pomeriggio a Roma in via Veneto, a circa 300 metri dall’Ambasciata Americana, per contestare la visita
del presidente Barak Obama nella Capitale.  Al sit-in hanno aderito molti movimenti, tra cui i Comitati No Muos, Campagna Stop Ttip, Rete No War ed anche Prc e Rete dei Comunisti. Una iniziativa “contro la guerra globale permanente diretta dagli Stati Uniti e condivisa con l’Unione Europea”, per chiedere “l’uscita dalla Nato”, ma anche dire al Governo Renzi “no alla militarizzazione del territorio e alle servitù militari”, per sostenere “la lotta contro il Muos e il tentativo di trasformare la Sicilia in un territorio sotto dominio statunitense” e per chiedere “lo smantellamento di tutte le basi in Italia e la fine della partecipazione dell’Italia alle missioni mili…

Indaco Reportage: Svolta nella vicenda dei Marò detenuti in India

Immagine
Indaco Reportage:Svolta nella vicenda dei Marò detenuti in India Svolta nella vicenda dei Marò detenuti in India. La notizia è di poco fa: “La Corte suprema indiana ha ammesso il ricorso dei due marò contro l’utilizzo della polizia Nia antiterrorismo e ha sospeso il processo a loro carico presso il
tribunale speciale”.  Questa è, almeno agli occhi di quella parte di Italia che ha seguito la vicenda e fa il tifo per il rientro in patria dei fucilieri Latorre e Girone, un piccolo passo avanti che, se non altro, scongiura la minaccia della pena di morte. In un certo senso l’Italia aveva già attraversato, in passato, un clima simile quando ad essere caduti in mano straniera furono i due piloti del tornado abbattuto nel Gennaio del 1991 sui cieli del Kuwait. Allora la prigionia fu meno esasperante, durò in tutto 47 giorni. Sulla questione e sugli sviluppi dell’articolato caso indiano si sta occupando ancora lo svedese naturalizzato italiano Staffan de Mistura il quale ricevette l’incarico da …

Indaco Reportage: Le controverse sanzioni contro la Russia mettono a nudo l’alleanza Occidentale.

Immagine
Indaco Reportage:Le controverse sanzioni contro la Russia mettono a nudo l’alleanza Occidentale. Nella riunione americani ed europei hanno manifestato una sostanziale identità di vedute circa le sanzioni politiche ed economiche da adottare contro la Russia, ma al tempo stesso si sono ritrovati in disaccordo sulla sua
eventuale cacciata dal G8.  Gli Stati Uniti vorrebbero l’espulsione tout court della Russia dal G8, cosa che riporterebbe quest’organismo a prima del 1998, quando ancora Mosca non ne faceva parte, mentre i partner europei propenderebbero per una sua semplice sospensione.  La scelta d’una linea più morbida è spiegata dal timore che sanzioni troppo pesanti, che vadano oltre a delle semplici iniziative pubblicitarie, possano mettere a repentaglio l’ingente import – export tra la Russia e l’Unione Europea, con tutto il relativo corollario d’investimenti e di progetti.  In Russia l’Unione Europea trova più del 30% dell’energia di cui ha bisogno, nonché un vasto, crescente e promet…

Indaco Reportage: LA NOTIZIA DELL'ANNO ? LA GERMANIA SFANCULA IL DOLLARO E APRE AL COMMERCIO DIRETTO IN YUAN

Immagine
Indaco Reportage:LA NOTIZIA DELL'ANNO ? LA GERMANIA SFANCULA IL DOLLARO E APRE AL COMMERCIO DIRETTO IN YUANDI FUNNYKING Nota di Rischio Calcolato: direi che la seguente è la notizia dell’anno, la Germania ha preso accordi con la Cina per commerciare direttamente in Yuan senza passare dal dollaro. Ovviamente l’accordo prevede da parte di Pechino
una maggiore apertura dello sterminato mercato interno cinese. Ora comincio a comprendere meglio a chi fosse rivolto il “fuck the EU” recentemente pronunciato da un funzionario USA. Signore e signori, è tempo di grandi cambiamenti, il dollar standard è certamente sulla via del tramonto e si intravede un mondo multipolare anche per quanto riguarda la valute. Sono pronto a scommettere che si scoprirà a breve che in realtà la vera sede di al-Qaeda è proprio la Germania e che la Merkel in realtà è la sorella segreta di Bin Laden. Siate MOLTO consapevoli e siate perparati. p.s. Germania vuole dire Europa, dunque non mi stupirei se a breve anche Igna…

Indaco Reportage:Se spegni la TV Renzi non c’è più…

Immagine
Indaco Reportage:Se spegni la TV Renzi non c’è più…  Massimo Rodolfi  Perché ride? Oh Dio, probabilmente non sarà proprio così letterale, però vi garantisco che per un po’ funziona.
 Infatti, sto tornando in questo momento da Reykjavik, dopo un soggiorno di dieci giorni in Islanda, durante il quale, poveri noi, non abbiamo potuto vedere un attimo di televisione.  Salire sull’aereo, dopo lo scalo a Parigi, e vedere tanti italiani leggere così avidamente il giornale, mi ha suggerito di scrivere questo articolo.  Tanto in aereo cosa fai se l’articolo non scriverai? Mi è bastato sbirciare qualche titolo, per provare una sensazione allo stomaco, che non provavo da un po’: ‘Berlusconi non paga i deputati’… ‘Obama cede sulla Crimea’… e via di questo passo.  Mi ci è voluto un po’ a capire l’origine della sensazione, ma poi l’ho identificata: è la nausea provocata dalla situazione italiana e mondiale, unita a come i media trattano l’argomento, da quei servili giullari che sono. In dieci giorni, immerso…

Indaco Reportage:Fantapolitica: la Sardegna un cantone svizzero

Immagine
Indaco Reportage:Fantapolitica: la Sardegna un cantone svizzeroIl gruppo di internauti sardi che ha lanciato la petizione “Per una Sardegna indipendente e per la sua adesione alla Confederazione Elvetica!”  torna alla carica e propone la messa in vendita dell’isola
“Benvenuti in Sardegna, ventisettesimo cantone Svizzero”, così potrebbero recitare i cartelli ‘all’entrata’ dell’isola (per ora) italiana se la proposta dei suoi abitanti fosse accolta, e realizzabile. L’iniziativa è già di qualche tempo fa: un gruppo di sardi, prima su Facebook e poi con un apposito sito internet (cantonmarittimo.org), ha lanciato la petizione “Per una Sardegna indipendente e per la sua adesione alla Confederazione Elvetica!”, raccogliendo il favore di molti concittadini, ma, scrivono, anche di molti svizzeri, in particolare ticinesi, che accolgono volentieri l’idea di veder sventolare la bandiera rossocrociata, ovviamente con l’aggiunta dei quattro immancabili mori, per le coste dell’isola. Per quanto irreali…

Indaco Reportage: La moda fiorentina dei percorsi sensoriali

Immagine
Indaco Reportage:La moda fiorentina dei percorsi sensoriali
Lo svolgimento ha previsto una introduzione alle opere fattatramite la realtà aumentata seguita da un percorso di percezione guidata. Ivisitatori hanno visto, così, in un primo tempo da soli, l’opera grazie alletecnologie, proprio
come se la immaginassero in interiore homini, anche tramite filmati e rappresentazioni 3D,grazie al supporto tecnologico Bionen-BluNet e a quello tecnico di Sony-Project Italia. Per unaseconda fase, che ha portato lo spettatore a diretto contatto con le opere,tramite installazioni interattive permanenti realizzate per la Cappella e unamusica compostaad hoc. Terminate queste due prime fasi, Perla Gianni, ricercatricedi Studi Uniti e organizzatrice del workshop, studierà lo spettatore. Questo,infatti, dovrà comporre un elaborato o una raffigurazione, con qualsivogliasoggetto, stile, intenzione. E al termine compilare un questionario calibratodal gruppo di Perla Gianni. Una tipologia di esperimento che e…

Indaco Reportage: Il governo Renzie dice “sì” alla tassa sui cellulari!

Immagine
Indaco Reportage:Il governo Renzie dice “sì” alla tassa sui cellulari! In particolare, sono interessati i titolari di un contratto di abbonamento ai gestori della telefonia mobile che dovranno pagare l’ennesimo odioso ed insopportabile obolo a questi miserabili mentecatti, sotto forma di tassa di
concessione governativa!  Nonostante una lunga controversia anche di carattere tributario, alla fine l’ha spuntata il fronte dei parassiti che vogliono tassare sempre e comunque, pur di continuare ad alimentare i loro sprechi e trovare, come sempre a spese nostre, le pezze per rattoppare i danni provocati dalla loro innata e proverbiale incapacità! A nessuno di quei 164 senatori, è venuto naturalmente in mente di trovare un’alternativa diversa dal vessare e dallo spremere come sempre i cittadini, per coprire un mancato gettito che si sarebbe aggirato intorno ai 3,5-4 miliardi di euro! Il tutto come di consueto nel silenzio colpevole e consapevole dei media leccaculo ed asserviti al regime bilderb…

Indaco Reportage: Scuola, “vietato obbligare famiglie a pagare”. Ministero ordina, ma le scuole…

Immagine
Indaco Reportage:
Scuola, “vietato obbligare famiglie a pagare”. Ministero ordina, ma le scuole… Le scuole non possono pretendere soldi dalle famiglie. I cosiddetti contributi volontari, che a molti istituti servono come il pane per far fronte a spese anche banali (le fotocopie, il funzionamento delle aule di informatica…), non sono
un obbligo per le famiglie. Lo diceva un’ultima circolare del Ministero dell’Istruzione datata 7 marzo 2013, lo ricorda una nuova circolare di questi giorni del nuovo ministro Stefania Giannini. Il fatto che il Miur ribadisca il concetto significa che molte scuole in realtà continuano a pretendere quei soldi, un contributo che oscilla a seconda dei casi tra i 60 e i 300 euro ad alunno. Molti presidi scrivono lettere alle famiglie con toni ultimativi, il Corriere della Sera ha raccolto qualche esempio in giro per l’Italia: Prendiamo, per esempio, una circolare di un liceo di Cuneo. Punti esclamativi inclusi. Scrive il dirigente: «Si ricorda che i contributi, se…

Indaco Reportage: Sfrattato per 3 euro di morosità: è accaduto in provincia di Ravenna

Immagine
Indaco Reportage:Sfrattato per 3 euro di morosità: è accaduto in provincia di Ravenna Si può perdere casa per tre euro?  La risposta è sì, se sei in provincia di Ravenna.  E' quello che è accaduto a un artigiano edile di Lugo, sposato, con due figli.
 In crisi economica, da ottobre a gennaio non era riuscito a pagare l'affitto. Dopo l'intimazione da parte del padrone di casa, era riuscito a racimolare la cifra che serviva: 1.938 euro.  Tutto sistemato?  Per niente. La banca ha infatti trattenuto tre euro le le spese di commissione. E il giudice onorario del tribunale ravennate ha deciso di convalidare lo sfratto per la mancanza di questi tre euro. L'esecutività sarà per il 20 aprile, Pasqua. Sul Resto del Carlino possiamo leggere altri dettagli dell'assurda vicenda di inflessibilità della giustizia.  Claudio T. ha 53 anni. Dovrà lasciare l'appartamento di via Corelli, a Lugo, tra meno di un mese. Appartamento preso in affitto il primo novembre 2011 con un canone annua…

Indaco Reportage: Oh yeah, Obama vende missili ed armi a Renzie!

Immagine
Indaco Reportage:Oh yeah, Obama vende missili ed armi a Renzie! Oltre alla miserabile e putrefacente claque di pennivendoli leccaculo asserviti a massoni e bilderberghini, abbiamo notato con profonda tristezza e rabbia l’esecrabile squallore con cui si sono messi a 90 gradi i nostri principali (?!) rappresentanti politici.
Sia Re Giorgio Napolitano che Matteo Renzie, hanno mostrato la faccia peggiore del nostro ridicolo paese, ovvero quella per la quale siamo ormai diventati tristemente famosi in tutto il mondo.  Voltagabbana, servili, pavidi, privi di amor patrio e di un minimo di dignità: ecco, queste sono le principali “virtù” di quegli italioti pronti persino a svendere se stessi o i loro cari, pur di arrampicarsi socialmente e di ottenere l’elemosina, sotto forma di squallido favore personale e particolare, dal potente di turno.  Sembra di rivedere la scena di Don Abbondio e dei “bravi” di Don Rodrigo, di manzoniana memoria: saranno pure cambiati i tempi, ma la morale purtroppo non è…