Utenti dei siti porno usati come cavie

Utenti dei siti porno usati come cavie

Dopo le recenti rivelazioni sul sistema di schedatura volontaria, cui alcuni noti social network avrebbero indotto i propri utenti, vittime inconsapevoli, inoltre, dell’utilizzo dei propri dati personali per indagini di mercato, è ora il turno degli utenti di alcuni siti hard, usati da questi ultimi,come tester per la razionalizzazione dei prori introiti commerciali.
Anche se non lo sanno gli utenti dei siti porno sono costantemente sotto osservazione e vengono manipolati. 
 I siti Internet di contenuti hard come PornHub e YouPorn, infatti, monitorano meticolosamente i dati sui loro utenti, di cui studiano le abitudini, con l’obiettivo prefissato di farli pagare per i contenuti.
 Lo ha confidato Martin Daubney, giornalista e conduttore autore di “Porn On The Brain”, in un editoriale sul Telegraph, che contesta l’ingenuità di molte persone. 
“Eravate veramente convinti che i baroni del porno vi concedessero un pass gratuito per loro bontà?” 
 Il porno personalizzato è il futuro ed i contenuti gratis dell hard funzioneranno da porte d’accesso per i contenuti a pagamento, i video in alta definizione, le webcam in tempo reale o i servizi di escort.
 Ogni utente viene usato, manipolato e osservato. 
“È questa percezione, quella di non avere più il controllo, che mi ha convinto ad abbandonare i siti porno per sempre. 
Non siamo che marionette nel mondo ultra capitalizzato del porno”, chiosa Daubney.

Fonte: http://www.wallstreetitalia.com/
http://www.signoraggio.it/utenti-dei-siti-porno-usati-come-cavie/

Commenti

Post più popolari