Spagna: ragazza condannata ad un anno di carcere per dei tweet “sovversivi”

Spagna: ragazza condannata ad un anno di carcere per dei tweet “sovversivi”

 (Bruno Rosso)
Non è accaduto in un’ autocrazia oscurantista di continenti lontani ma nel cuore d’ Europa e precisamente in Spagna, dove, Alba González Camacho – alias “@albacorazonegro” – una ragazza di 21 anni, è stata condannata ieri ad un anno di reclusione -insieme all’ interdizione assoluta dai pubblici uffici per i prossimi 7 anni- dall’ Audiencia Nacional, il tribunale speciale antiterrorismo di Madrid.
I tweet scritti dalla Gonzales negli scorsi mesi e posti sotto accusa, avevano come oggetto, da un lato, dure critiche all’ operato del governo, dall’ altro, l’ esaltazione di alcune formazioni terroristiche spagnole, ormai non più attive, come i Grapo. 
 “Prometto di tatuarmi la faccia di chiunque spari un colpo alla nuca a Rajoy e un altro a De Guindos” aveva scritto la ragazza su twitter in riferimento al primo ministro e al ministro dell’ economia spagnoli. 
Altri messaggi incriminati: “Per quanto Carrero è potuto volare in alto non sarà nulla in confronto a come finirà Rajoy quando scoppierà la rivoluzione”;
 “Che tornino i Grapo, abbiamo bisogno di una pulizia urgente dai fascisti”. 
 “Qualcuno chiami i Grapo che Gallardòn (il ministro della giustizia) sta diventando nazi”. 
Inoltre il 3 ottobre del 2012 Alba González Camacho ha incollato sul suo profilo Twitter una foto di 44 prigionieri politici dei Grapo “con lo scopo di esaltare la loro attività come membri della suddetta organizzazione”. 
 Tra le foto usate dalla González come sfondo dei suoi ” tweets “: quelle di Marcos Martin e Monica Ponce Refojos condannati a 135 anni di carcere per aver ucciso due vigilantes di un portavalori a Vigo.
L’avvocato della giovane ha convinto Alba a patteggiare la pena – un anno di reclusione e sette anni di inabilitazione assoluta dai pubblici uffici – con il pubblico ministero, che chiedeva due anni di carcere e otto di inabilitazione. 
Nella sua relazione, il procuratore ha ritenuto i messaggi scritti dalla Gonzales latori di “un contenuto ideologico di elevato carattere radicale e violento” e ha riconosciuto, quindi, la giovane colpevole del reato di lodare il terrorismo. 
Secondo l’ accusa del pubblico ministero, inoltre , il profilo Twitter dell’ imputata ” @ albacorazonegro “ si è mostrato sempre molto attivo, tanto che, il 24 Dicembre 2012, si registravano un totale di 5774 post alla cui lettura avevano accesso i 3183 “seguaci” del profilo.
Attualmente, sul proprio profilo Twitter , ” @ albacorazonegro ” si definisce come sovversiva:
 “ con il cuore nero come la notte ma con l’anima rossa come il sangue. 
Mai sottovalutare il valore di una donna ».

Commenti

Post più popolari