LETTERA APERTA DI UN ITALIANO QUALSIASI

LETTERA APERTA DI UN ITALIANO QUALSIASI

Tutte le mattine devo discutere con due extracomunitari illegali ubriachi dalla mattina alla sera, mangiano quello che butta il supermercato, che in cambio gli puliscono davanti e gli portano i carrelli con relativa mancia e fanno i loro bisogni dietro il supermercato dove ci sta il parco con i bambini che giocano e le persone che portano il cane.
Questo modo di vivere va fermato, che li facciano senatori ma bisogna toglieteli dalle strade, i partiti sono i responsabili di questo degrado, state rovinando questo che era un bel paese dei sogni, ma un bel paese.
Dal dopoguerra a oggi non hanno fatto nulla per incentivare le nascite degli italiani, ma hanno fatto andare avanti solo i furbi, i disonesti e i corrotti e raccomandati.
Oggi ci ritroviamo il paese svuotato che è destinato a non pagare le pensioni di chi ha lavorato una vita, per il semplice motivo che siamo troppo pochi come italiani da 30 anni a questa parte e sperano di farsi pagare le pensioni dai nuovi arrivati, la crema del mondo, polacchi, rumeni, africani, cinesi, abbattute le frontiere gli italiani sono rimasti a competere con i cinesi che lavorano pure la domenica, o gli africani che vendono il loro giorno di lavoro a 20/30 euro nei campi di coltivazione, consentendo a questi schiavisti di fare un prezzo basso, distruggendo il mercato legale con gli operai assunti e i costi che tutti conosciamo che hanno le ditte legali in Italia, oggi una ditta di costruzioni non lavora senza extracomunitari perché lavorano il doppio per lo stesso prezzo di un italiano, altro che sindacati, le cose le sanno ma fanno finta di non vederle, non è questione di essere razzisti, queste cose non succedono neanche a Orion

Commenti

Post più popolari