"Vacanze con soldi pubblici". Bufera sul prossimo ministro renziano che replica: "Falsità"

"Vacanze con soldi pubblici". Bufera sul prossimo ministro renziano che replica: "Falsità"

Il Fatto Quotidiano20 Febbraio 2014
E' un nome nuovo per la politica italiana Ernesto Carbone, deputato del Pd.
Dopo un passato da lettiano fedele, è diventato renziano e sarà con ogni probabilità il nuovo ministro delle Politiche agricole.
Una piccola grande ombra rischia però di rovinare il suo momento d'oro.
Infatti il 12 febbraio il consiglio di amministrazione della Sin, la società controllata dall’Agea e nata per sviluppare e gestire il Sistema informativo agricolo nazionale di cui Carbone è stato presidente e amministratore delegato l'anno scorso, "gli metteva nero su bianco la contestazione di oltre 23mila euro di spese personali effettuate a suo tempo dal deputato Pd" scrive Il Fatto.
Il denaro è andato in voli per Londra e per i weekend estivi in Croazia, ma anche nei più semplici viaggi in treno o in aereo da casa al lavoro che però non facevano parte dei rimborsi previsti. 
E poi pranzi e cene che erano stati classificati come spese di rappresentanza, ma che secondo il cda non possono essere qualificate come tali.
 Tanto meno i noleggi di auto con conducente e i soggiorni in albergo.
 Il conto complessivo datato aprile 2012-dicembre 2012, è appunto di 23.335,73 euro.
Il presidente attuale del Sin, Francesco Martinelli, chiede ufficialmente che i soldi vengano restituiti e scrive a Carbone: "Le giustificazioni da Lei fornite non consentono di qualificarle come spese di rappresentanza". 
Il Fatto prosegue nell'elenco delle spese contestate:
Nel dettaglio, nove mesi di cene e pranzi sono costati 10.732 euro, mentre la voce “viaggi e trasferte” pagati con la carta di credito parla di poco meno di 3mila euro. Ai quali vanno aggiunti 1.142 euro di alberghi, residence e hotel; 1.452 euro per il noleggio di auto con conducente, 4.563 euro di voli tra Londra e la Croazia e quasi i 2.500 euro di biglietti del treno.
Carbone passa al contrattacco: “Sono falsità. 
Fango. 
Ogni spesa era regolare e giustificata dalla mia attività"

http://www.today.it/rassegna/spese-ernesto-carbone.html

Commenti

Post più popolari