La Kyenge detta legge: allontanato un consigliere leghista a Pordenone.

La Kyenge detta legge: allontanato un consigliere leghista a Pordenone.

Il gelo tra il Ministro dell’Integrazione Cecile Kyenge e la Lega Nord va avanti.
La Kyenge, dopo le numerose critiche dei mesi scorsi nei suoi confronti, critica duramente chi non la pensa come lei.
Pochi giorni fa il consigliere comunale della Lega Nord di Pordenone, Riccardo Piccinato, è stato allontanato dalla sala consiliare poco prima dell’intervento del ministro dell’Integrazione Cecile Kyenge.
Il segretario si è alzato, mostrando a tutti la maglia della Lega
Nord e, quando stava per parlare, è stato allontanato, fra gli altri consiglieri che dicevano “Vergogna”.
Queste sono le dichiarazioni del Ministro: “Vedo che a Pordenone c’è una temperatura calda. Sono arrivata in questa città con varie contestazioni, ma dobbiamo capire che la paura non ci porta da nessuna parte”.
La replica di Piccinato: “I vari rappresentanti hanno parlato per un’ora di rispetto per gli altri e delle loro opinioni, di diversità, di diritti e di libera espressione facendo una lezione di democrazia. Poi ho mostrato la maglietta della Lega “Prima il Nord” con la mia aggiunta “Essere friulani è razzismo” e provato a dire alla Kyenge di fronte a lei in consiglio comunale di Pordenone che non si nasce integrati, ma che serve un percorso, e che lo ius soli è sbagliato. Mi hanno subito bloccato e accompagnato fuori seguito dai “BUU” dei diversamente tolleranti”.

Fonte: Messaggero Veneto

Commenti

Post più popolari