Il governo Letta continua a raccontare fandonie!

Il governo Letta continua a raccontare fandonie! 

(Franco Svevo)
Crollano i consumi, aumentano i suicidi e la povertà ma il premier Letta continua a vivere in un mondo tutto suo che non esiste. O se esiste, e’ quello dei sogni. Infatti, mentre fra pochissime ore scatteranno inesorabili un’ondata di aumenti che riguarderanno luce, gas, posta e – dulcis in fundo – tasse sulla casa, questo governo ha addirittura la sfacciataggine di affermare, tramite media asserviti e leccaculo, che il peso dell’imposizione fiscale e’ calato nell’ultimo anno!
Non c’è che dire, ce ne vuole davvero tanta di faccia tosta! Anche perché i segnali che si percepiscono vivendo non nei palazzi del Potere bilderberghino e mafioso, ma in mezzo a precari, operai, imprenditori e pensionati e’ di tutt’altro tenore. Si fa una grossissima fatica ad arrivare alla fine del mese ed a portare il piatto a tavola e quando queste sanguisughe avranno prosciugato i nostri risparmi, ne vedremo molto probabilmente delle belle.
Tornando alle balle di Natale raccontateci da Letta & C., l’ultima chicca in ordine di tempo che sembra essere allo studio dei massoni e’ quella di ridurre di un punto percentuale le detrazioni su spese sanitarie, interessi passivi su mutui ed assicurazioni e fondi pensioni. Pensioni su cui ci sarebbe dunque una doppia rapina legalizzata, considerando sia i contributi previdenziali che già siamo costretti a pagare a quel pozzo senza fondo chiamato INPS, che questa diminuzione dall’attuale 19% al probabile 18% delle detrazioni su questo tipo di spese. Senza naturalmente contare la prospettiva di schiattare sul posto di lavoro. Ma questa e’ un’altra storia!
E c’è ancora qualche buontempone (vero, Confindustria?) che parla di ripresa alle porte e calo delle tasse! Direbbe il grande ed indimenticato Totò: “ma mi faccia il piacere!”

http://www.signoraggio.it/il-governo-letta-continua-a-raccontare-fandonie/

Commenti

Post più popolari