Forconi: Prefetto Torino, dato dimissioni, respinte da Alfano

Forconi: Prefetto Torino, dato dimissioni, respinte da Alfano 

(Ercole)

”Mi sono dimessa stamattina, telefonicamente, anche perché non c’era il tempo di fare in altro modo. Le mie dimissioni sono state respinte”
Lo afferma in una intervista alla Stampa il prefetto di Torino, Paola Basilone, dopo le polemiche per i disordini dovuti alle proteste di questi giorni: ”
È evidente che ci sia stata una interpretazione non corretta dei segnali” che venivano anche dal web. 
Ma ci sono state anche le comunicazioni delle società
petrolifere, preoccupate per i rifornimenti di carburante, e questo ci ha allarmati” anche perché la protesta dei forconi arrivava ”a ridosso di altri scioperi”. 
Ma ”nei giorni successivi, la questione degli autotrasportatori sembrava ridimensionata, con l’accordo tra varie sigle sindacali e il ministero”. 
Si è discusso anche ”delle minacce arrivate ad alcuni commercianti” e la Procura ha attivato ”un pool di magistrati pronti a muoversi su questo tema.
 Ma senza denunce, possiamo fare nulla”.
”Lunedì – spiega il prefetto – ci siamo trovati davanti a una manifestazione formata da gruppi eterogenei.
 Sono passati dai tentativi di occupare le stazioni agli attacchi alle sedi istituzionali, Comune e Regione in particolare, passando per blocchi estemporanei a macchia di leopardo, fatti anche da piccolissimi gruppi che attaccavano e sparivano in pochi minuti.
E tutto questo avveniva in città, ma anche in provincia, con incursioni su statali, autostrade e tangenziali. 
Con le forze a disposizione, era impossibile controllare la situazione”. 
Ma ”non possiamo essere considerati incivili perché abbiamo consentito che una città sia finita sotto assedio, perché non è stato così. 
La civiltà consiste nel consentire la libertà di manifestazione”.
Fonte: http://12alle12.it/forconi-prefetto-torino-dato-dimissioni-respinte-da-alfano/

COMMENTO di tiziano bruni: 
se la protesta avesse avuto  il solo beneficio di indurre anche un solo politico a esprimere spontaneamente questo pensiero, allora sarebbe servita a qualcosa,
se la protesta, avesse indotto a una libera trasformazione di pensiero nella coscienza civile di un solo politico, sarebbe gia' stata utile abbastanza,
ma se il prefetto avesse avuto piu' uomini e piu' mezzi, la protesta sarebbe ancora tollerata?

tiziano bruni



Commenti

Post più popolari