COMITATO DI LIBERAZIONE NAZIONALE

 COMITATO DI LIBERAZIONE NAZIONALE

Il 9 settembre 1943, all’indomani dell’Armistizio, i maggiori partiti italiani, che agivano allora in clandestinità, dettero vita a un’organizzazione, il Comitato di Liberazione Nazionale, che aveva lo scopo di liberare l’Italia dal nazifascismo.


Oggi, dopo settant’anni, l’Italia si trova oppressa da una nuova dittatura, più subdola, perché celata dietro l’immagine di rispettabilità di “colletti bianchi”, ma più feroce, se è possibile, perché ci soffoca lentamente, togliendoci le risorse necessarie per vivere decorosamente e, soprattutto, perché ci ha tolto, con un colpo di mano, la libertà di autodeterminazione, che è il
bene superiore di ogni popolo libero e civile.
Il nuovo nazifascismo nasce dagli interessi delle lobby finanziarie che hanno preso il potere a Bruxelles e che, tramite il braccio armato della Banca Centrale Europea, ci sta impoverendo scientificamente, per poi impadronirsi a prezzo di svendita delle nostre principali risorse economiche.
Di fronte a questa aggressione, un gruppo di Associazioni e di Movimenti per la difesa del cittadino si è unito per dar vita a un nuovo COMITATO DI LIBERAZIONE NAZIONALE.
Il nostro obiettivo primario è fare riconquistare all’Italia la perduta SOVRANITA’ NAZIONALE, che vuol dire, innanzitutto, riottenere la libertà di determinare, nell’esclusivo interesse del popolo italiano, le scelte di politica economica.
Strettamente legati al raggiungimento del nostro obiettivo saranno:

1) Uscita dall’Europa e ripristino della Sovranità monetaria e politica dei cittadini.

2) L’istituzione di una Banca Nazionale collegata al Ministero del Tesoro che abbia la naturale facoltà di stampare moneta.

3) Il riordino del sistema bancario, ripristinando la distinzione tra banche commerciali e banche d’affari.

4) La riforma del sistema di riscossione tributaria, eliminando le aberrazioni di Equitalia.

Convenendo su questi punti di lotta, si sono aggregati gruppi come Assoconsumatori (tutela gli interessi sociali ed economici di cittadini e famiglie), Movisol (Movimento Internazionale per i Diritti Civili-Solidarietà), CCN (Confederazione di liste civiche), Reimpresa (Associazione di imprese per il rilancio dell’economia e la piena occupazione), Progetto Ecoland (Associazione che promuove un sistema di moneta complementare) ed il Movimento per l’Infanzia (Federazione di associazioni no profit dedite alla difesa dei diritti umani).

E, insieme, abbiamo dato vita al nuovo COMITATO DI LIBERAZIONE NAZIONALE con le stesse speranze del CNL storico che ci liberò dal nazifascismo. Contiamo che il nostro drappello di volontari si ingrossi strada facendo fino a diventare una forza politica consapevole e condivisa in grado di portare a compimento democraticamente la lotta che ora ci accingiamo a combattere.

Altri movimenti, liste civiche, associazioni si stanno unendo e altre si uniranno nel nome della Sovranità del Cittadino.


COMITATO DI LIBERAZIONE NAZIONALE

Commenti

Post più popolari