Bruxelles, dopo i pompieri arrivano in piazza i “forconi”.

Bruxelles, dopo i pompieri arrivano in piazza i “forconi”. 

(Bruno Rosso)

Pochi giorni fa, avevamo dato notizia degli spettacolari scontri tra pompieri e agenti antisommossa nella capitale belga. Stavolta, a scendere nelle strade, organizzando una movimentata protesta anti austerity in concomitanza col summit delle massime autorità dell Unione europea, sono stati i “forconi” dell’ Europa centrale.
Bloccate le principali arterie del centro cittadino, erette barricate con masserizie e legnami, copertoni e cassonetti dati alle fiamme, a guidare diverse centinaia di manifestanti inferociti contro l’ Europa “delle lacrime e sangue” erano, stavolta, soprattutto contadini ed agricoltori. 
Fin dalle prime ore del mattino trattori e cumuli di fieno hanno ostruito la via d’ accesso principale al palazzo del potere (la sede Ue) di Bruxelles. 
Obiettivo dichiarato della colorita protesta, fatta di fumogeni, cartelli e slogan urlati a squarciagola, quelle autorità europee responsabili dell’ edificazione di un’Europa iniqua e senza giustizia sociale. 
Tronchi di albero in fiamme non hanno impedito però ai leader degli Stati membri europei di arrivare a destinazione e partecipare alla riunione giornaliera, ma manifestanti e sindacati della Cne non sono rimasti a guardare ed hanno fatto sentire con forza la loro voce. 
Il leader dei sindacati Bruno Dujardin ha spiegato ai giornalisti che lo scopo delle proteste è una “Europa per la gente, che rispetti i lavoratori e permetta a tutti i dipendenti europei di avere condizioni di lavoro decenti”.


http://www.signoraggio.it/bruxelles-dopo-i-pompieri-arrivano-in-piazza-i-forconi/

Commenti

Post più popolari