Post

Visualizzazione dei post da Dicembre, 2013

ATTENZIONE AL VESUVIO. DUE MILIONI DI PERSONE A RISCHIO, MA LO STATO SE NE FREGA!

Immagine
ATTENZIONE AL VESUVIO. DUE MILIONI DI PERSONE A RISCHIO, MA LO STATO SE NE FREGA!
di Gianni Lannes I piani di sicurezza per la popolazione - elaborati dalla Protezione Civile - sono inadeguati e obsoleti. Anche il recente allarme lanciato dal massimo esperto al mondo in materia, il vulcanologo Nakada è passato inosservato in Italia. Inoltre, lo Stato tricolore ha autorizzato la trivellazione ormai in atto dei Campi Flegrei.
http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2012/06/vesuvio-conto-alla-rovescia.html
http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2013/01/normal-0-14-false-false-false-it-x-none.html
http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2013/06/terremoti-e-rischio-vulcanico-in-mano.html
http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2013/09/il-vulcanologo-nakada-leruzione-del.html

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2013/12/italia-terremoto-di-origine-militare-usa.html

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/search?q=VESUVIO
Pubblicato da Gianni Lannes

Il governo Letta continua a raccontare fandonie!

Immagine
Il governo Letta continua a raccontare fandonie!  (Franco Svevo) Crollano i consumi, aumentano i suicidi e la povertà ma il premier Letta continua a vivere in un mondo tutto suo che non esiste. O se esiste, e’ quello dei sogni. Infatti, mentre fra pochissime ore scatteranno inesorabili un’ondata di aumenti che riguarderanno luce, gas, posta e – dulcis in fundo – tasse sulla casa, questo governo ha addirittura la sfacciataggine di affermare, tramite media asserviti e leccaculo, che il peso dell’imposizione fiscale e’ calato nell’ultimo anno! Non c’è che dire, ce ne vuole davvero tanta di faccia tosta! Anche perché i segnali che si percepiscono vivendo non nei palazzi del Potere bilderberghino e mafioso, ma in mezzo a precari, operai, imprenditori e pensionati e’ di tutt’altro tenore. Si fa una grossissima fatica ad arrivare alla fine del mese ed a portare il piatto a tavola e quando queste sanguisughe avranno prosciugato i nostri risparmi, ne vedremo molto probabilmente delle belle. Tornan…

Scorie radioattive anche al Nord!

Immagine
Scorie radioattive anche al Nord!  (Franco Svevo)
Al regime massonico e bilderberghino non basta la Terra dei Fuochi! Dopo aver deliberatamente provocato la morte di migliaia di persone nell’hinterland partenopeo, questi criminali in doppiopetto raddoppiano! E’ infatti di questi giorni la notizia del ritrovamento di notevoli quantitativi di scorie di cromo, estremamente pericolosi per la salute dell’uomo, nel bresciano. La scoperta e’ stata fatta casualmente da alcuni operatori dell’ARPA della Lombardia che si trovavano all’altezza dell’autostrada A4 in località Castagneto, a soli 8 km. da Brescia, per alcuni controlli sui cantieri della TAV, quando hanno rinvenuto i rifiuti tossici.  Si tratta di quantitativi addirittura 1400 volte superiori alla media, rinvenuti sotto l’importante arteria autostradale e che erano li’ abbandonati da chissà quando.  Segno evidente che in quella zona ci sono fabbriche che lavorano questi pericolosissimi materiali e che probabilmente hanno goduto di qualche …

DI PIERO LA PORTA

DI PIERO LA PORTAEnrico Letta deve cadere oppure dare ampie garanzie che Mario Draghi possa arrivare al Colle. Secondo un bene informato, tutte le scaramucce correnti ruotano intorno a Draghi, il quale è nelle cerchie che contano e ha gli appoggi giusti per mettere in riga il caravan serraglio della politica. Se Letta non si decide a tranquillizzare i manovratori, dovrà cadere.  Questo sembrerà istituzionalmente corretto solo se “Lettino”, oltre a essere davvero debole, lo sembri tanto da rendere telegenicamente necessario il suo avvicendamento.  Il Colle incalza, manovrando per arrivare in tempi brevi a una delle due alternative: Lettino dentro o Lettino fuori, in ogni caso con la strada spianata a Draghi. La preferenza è per un Lettino “dentro” e favorevole a Draghi, purché né lui né il compare Angelino Alfano alzino troppo il prezzo. Questa è la sintesi di quanto va accadendo, con grandi incoraggiamenti da Berlino dove non vedono l’ora di riagguantare la BCE.  È una variazione sul tema…

Chi è Mario Molinaro, l’uomo che molti vorrebbero al Quirinale

Immagine
Chi è Mario Molinaro, l’uomo che molti vorrebbero al Quirinale (Nicola Bizzi) Si fanno sempre più insistenti le voci attorno all’elezione al Quirinale di un uomo nuovo, non legato ai partiti e alle istituzioni. Si tratta solo di fantapolitica? In questa delicata fase politica che vede l’Italia sempre più affondare nella recessione economica, con un Governo fallimentare tenuto artificiosamente in piedi dalla cabina di regia del Quirinale, si parla sempre più con insistenza di una messa in stato di accusa del Capo dello Stato, di una sua richiesta di impeachment sostenuta a gran voce da Beppe Grillo e dal suo Movimento 5 Stelle.
Nessun Presidente della Repubblica, dalla Costituente ad oggi,è stato similmente tanto attaccato dall’opinione pubblica e dai partiti di opposizione, neanche Oscar Luigi Scalfaro, che, per quanto sia stato a mio avviso il peggiore Capo dello Stato della nostra storia repubblicana, godeva di maggiore considerazione e di maggior rispetto anche da parte dei suoi più a…

Gli immigrati fanno prostituire le loro donne nei centri di accoglienza

Immagine
Gli immigrati fanno prostituire le loro donne nei centri di accoglienza La Boldrini, dopo il suo viaggio in Sudafrica col fidanzato, si è difesa accusando l’Italia di essere un Paese ancora pervaso da arretratezza sessista, non ha nulla da dire su come gli immigrati clandestini facciano prostituire le loro donne nei centri di accoglienza?  La denuncia viene dal quotidiano Repubblica, che evidenzia la situazione che si è venuta a creare nel centro Cara del Mineo, dove le giovani donne sono costrette a prostituirsi da una specie di racket interno.  Cinque euro le somale, dieci le eritree, tredici le nigeriane. Il tariffario della prostituzione gira di bocca in bocca al centro richiedenti asilo, al bar, in mensa, negli uffici. Tra le giovani, giovanissime donne ci sono anche minorenni e secondo l’inchiesta pubblica dal quotidiano, “Lo sanno tutti, compresi i mediatori culturali e la direzione, che si girano dall’altra parte e fanno finta di non vedere. Nel centro esiste un giro di prostituzio…

Reddito garantito: 1300 euro in Danimarca, 460 in Francia. In Italia giacciono in Parlamento proposte di legge mai discusse

Immagine
Reddito garantito: 1300 euro in Danimarca, 460 in Francia. In Italia giacciono in Parlamento proposte di legge mai discusse L’ultima ad entrare nel club è stata l’Ungheria, nel 2009. Tutti gli altri paesi dell’Europa a 28 (tranne Italia e Grecia) hanno adottato da tempo forme di reddito minimo garantito per consentire ai loro cittadini più deboli di vivere una vita dignitosa, così come l’Europa chiede fin dal 1992. Strumento pensato per alleviare la condizione di insicurezza di chi vive al di sotto della soglia di povertà, in caso di perdita del lavoro il reddito minimo scatta quando è scaduta l’indennità di disoccupazione (che in Italia è l’ultima tutela disponibile) e il disoccupato non ha ancora trovato un nuovo impiego.  Ma nell’Ue ne beneficia anche chi non riesce a riemergere dallo stato di bisogno nonostante abbia un lavoro.  Negli ultimi anni la tendenza generalizzata, secondo il rapporto The role of minimum income for social inclusion in the European Union 2007-2010 stilato dal …

Le menzogne della Boldrini sul MES

Immagine
Le menzogne della Boldrini sul MES Un lettore mi segnala uno scritto di Michele Boldrin pubblicato sulla sua pagina Facebook, con il quale l’economista cerca di analizzare quali sarebbero stati -a suo dire- i benefici ottenuti dall’Italia attraverso la creazione del Fondo Salva Stati ESM, del quale abbiamo parlato diffusamente in questo sito. L’articolo, proprio per gli elementi pretestuosi utilizzati da Boldrin a sostegno delle sue tesi, è stato ripreso anche dall’ottimo Scenari Economici e, anche noi, ci sentiamo di dire la nostra, cercando di onorare la verità. L’analisi di Boldrin (chiamiamola così, anche se di analisi ha ben poco), a quanto pare, trae spunto da un trasmissione televisiva nella quale si dibatteva sui meccanismi di salvataggio europeo. Quindi, l’autore propone tutta una serie di calcoli che, secondo lui, sarebbero sufficienti a sostenere la tesi secondo la quale, l’Italia, aderendo al fondo salva stati ESM avrebbe fatto “un gigantesco affare” (sono parole sue, no…

ITALIA: BONIFICHE AMBIENTALI INESISTENTI, IN COMPENSO SOLDI PUBBLICI SPERPERATI E SALUTE A RISCHIO. LE ECOMAFIE RINGRAZIANO LO STATO

Immagine
ITALIA: BONIFICHE AMBIENTALI INESISTENTI, IN COMPENSO SOLDI PUBBLICI SPERPERATI E SALUTE A RISCHIO. LE ECOMAFIE RINGRAZIANO LO STATO di Gianni Lannes  Inquinamento, malattie e morte: il vero lusso è la salute. Quasi 12 milioni di cittadine e cittadini italiani (dati ufficiali), compresi i bambini sopravvivono in aree a grave rischio ambientale del Belpaese.  Le bonifiche previste dal decreto del ministero dell’Ambiente datato 18 settembre 2001, non sono state ancora realizzate da Stato e Regioni, mentre le zone inquinate sono aumentate a dismisura, e risultano ormai fuori controllo.  In compenso i quattrini dell’ignaro contribuente sono stati sperperati impunemente.  Sono passati una mezza dozzina di governi eterodiretti dall’estero, ma della salute umana di un intero popolo la casta politica tricolore, spesso in affari con le mafie organizzate, se n'é sempre fregata.  E’ ora di archiviare in blocco, tutti i politicanti spazzatura, già bollati dalla Corte costituzionale come onorevoli i…

9dicembre: ultimatum di Calvani, governo via o grosse operazioni

9dicembre: ultimatum di Calvani, governo via o grosse operazioni“Non tratteremo mai, pronta una grande manifestazione 18 gennaio” Roma, 28 dic. (TMNews) – Torna a parlare il leader in Jaguar dei Comitati riuniti degli agricoltori (i Cra, una delle sigle del Coordinamento 9 dicembre) Danilo Calvani, con un “ultimatum” a governo e parlamento: “Ve ne andate o non ve ne andate?  L’ultimatum è il 9 gennaio.  Solo entro quella data avrete la libertà di decidere le modalità con cui abbandonare ciò che occupate abusivamente.  Avete 12 giorni di tempo a partire da oggi.  Se non lo farete, oltre il 9 gennaio ci saranno grosse operazioni”, tra cui “mobilitazioni in tutta Italia per il 10 gennaio e una grande manifestazione il 18 gennaio”, i cui dettagli “saranno resi noti alla stampa nei prossimi giorni”. Calvani è intervenuto oggi a Pontinia (Latina) alla riunione nazionale dei presidi locali del Coordinamento 9 dicembre: “Ci hanno ucciso, ci hanno massacrato.  Noi non tratteremo con nessuno.  Mai.  Ch…

il colonnello stevens....

Immagine
il colonnello stevens.... HO ASCOLTATO DA BAMBINA LE SUE TRASMISSIONI OGNI SERA DAL TERRAZZO DELLA PALAZZINA DI CUI HO MESSO LA FOTO QUI SOTTO ..NELLA  QUALE ABITAVAMO ...A PESCARA. MIO PADRE, AIUTATO DA ALCUNI AMICI, PORTAVA SU .... LA GRANDE RADIO ED, OGNI SERA , AL BUIO , SI ASPETTAVA PER CONOSCERE LE ULTIME NOTIZIE DAL FRONTE. TA... TA.... TA...... TAAAAAAAAAAAAAAAAAAA Io l'ho incontrato per caso a Londra, qualche anno fa: era il presidente della camera di commercio italiana a Londra: era un vecchio signore.. SCOZZESE, grasso sposato alla sua  compagna di avventure di guerra , una giovane veneta, all 'epoca  una staffetta in bicicletta bionda e con le trecce che ogni sera,  attraversava le linee nemiche... per portare notizie di prima mano dal fronte, a lui, che trasmetteva non da Londra... ma da poco distante ( oltre il confine svizzero ).. . Una coppia spassosa.. che parlava in UNA STRANA LINGUA: un misto di scozzese,  veneto ed italiano ( eheheh eh ) ...così mentre parlavano, sen…

Ai fratelli Cervi, alla loro Italia

Immagine
Ai fratelli Cervi, alla loro Italia
Scritto da: Pierpaolo Farina 
Il 28 dicembre 1943, 70 anni fa, Gelindo, Antenore, Aldo, Ferdinando, Agostino, Ovidio ed Ettore Cervi venivano fucilati a Reggio Emilia dai fascisti, in risposta all’uccisione da parte dei partigiani del segretario comunale di Bagnolo in Piano Davide Onfiani.  Poco prima di morire, il più giovane, Ettore, scrisse queste parole: Ero il cinno, quello più piccolo e quello più amato.  Ma solo per mia madre, mio padre o per la lapide che ci ricorda. In campagna si cresce subito.  Essere il più piccolo non conta.  C’è la terra da lavorare, ci sono le bestie da allevare.  Io però avrei voluto crescere, diventare vecchio in un mondo senza fascisti.  Invece no.  Mi è toccato di morire.  Subito dopo Natale.  Fucilato con i miei fratelli.  I Cervi, ci conoscete. Ho lasciato una bugia e un sorriso a mio padre, un abbraccio ai fratelli e un maglione bianco per Codeluppi.  Per mia madre solo un ricordo.  Un ricordo che uccide. Poi siamo andati là, no…

Renzi.Gli Inceneritori NON causano Tumori. Offende un'oncologa con 'aspirante alchimista' e dice:(GUARDA IL VIDEO)

Immagine
Renzi.Gli Inceneritori NON causano Tumori. Offende un'oncologa con 'aspirante alchimista' e dice:(GUARDA IL VIDEO)
Matteo Renzi (neosegretario del PD) rivendica ancora oggi quelle parole.
RENZI IL NUOVO CHE VUOLE FARE IL TSO OBBLIGATORIO ALLA GENTE CHE NON LA PENSA COME LUI, NON SOLO SBAGLIA ,MA PERSEVERA, QUINDI URGE UNA RACCOLTA DI FIRME NAZIONALE PER SOTTOPORLO A UN TRATTAMENTO SANITARIO OBBLIGATORIO IN QUANTO PERICOLOSO PER SE STESSO E PER GLI  ALTRI VISTO LA POSIZIONE DI COMANDO IN CUI L'HANNO MESSO DEGLI SCELLERATI SENZA ANIMA
PER IL BENE DEL PAESE, ANCHE DEI SUOI STESSI ELETTORI, FATE GIRARE PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI

GUARDA IL VIDEO

https://www.youtube.com/watch?v=GJP5m5Evcw4

Articolo 3 della Costituzione Italiana:

Immagine
Articolo 3 della Costituzione Italiana: Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.  È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del Paese. 

Ricordatevelo che non solo voi siete sovrani, ma potete denunciare questo governo.  Fatelo.  Una marea di denuncie all'anno nuovo.  Non pensateci.  Fatelo.  Non correte alcun rischio, sono LORO a correre dei seri rischi perché DI FATTO VI HANNO, CI HANNO VENDUTI.

Immigrati clandestini: Italia sotto assedio. Ora entrano anche dalla Slovenia

Immagine
Immigrati clandestini: Italia sotto assedio. Ora entrano anche dalla Slovenia L’Italia sembra proprio essere sotto assedio da parte degli immigrati clandestini; infatti, ultimamente anche la frontiera con la Slovenia è divenute zona utile per poter entrare in Italia.  Solo nei giorni delle festività natalizie sono stati numerosi i casi di migranti clandestini che hanno cercato di varcare i nostri confini. Due cittadini romeni, il 23enne M.S. e la 29enne S.R.T. sono stati arrestati a Fernetti dagli agenti della IV Zona Polizia di Frontiera – Settore di Trieste.Per l’uomo l’accusa è di falsa dichiarazione a un pubblico ufficiale sulla propria identità e di uso, detenzione e fabbricazione di documenti falsi.  M.S., alla guida di un’autovettura con targa bulgara diretta in Slovenia, aveva infatti esibito una carta d’identità e una patente di guida risultate false.  M.S., già allontanato dal Paese per motivi di ordine pubblico, è stato anche denunciato a piede libero per violazione del diviet…

Bari: gli immigrati odiano il cibo italiano ed allagano il centro per protesta.

Immagine
Bari: gli immigrati odiano il cibo italiano ed allagano il centro per protesta.
Nel centro Cie di Bari degli immigrati clandestini provenienti dalla Tunisia hanno inscenato una protesta per il cibo che veniva loro dato. Si sono rifiutati di mangiare la pasta e volevano a tutti i costi cibi del loro Paese. Così, per potere ottenere ciò che volevano, hanno sfondato un a porta del centro, hanno aperto i manicotti dell’acqua ed allagato alcuni locali. Le forze dell’ordine, per far rientrare la situazione, hanno provveduto a far arrivare del cibo da un kebab locale.
Fonte: www.piovegovernoladro.org

Dopo 25 anni rintraccia la madre biologica su Facebook!

Immagine
Dopo 25 anni rintraccia la madre biologica su Facebook!
Emily Mortier venne adottata alla nascita e da allora non ha mai avuto l’occasione di incontrare i suoi veri genitori. Fin quando circa otto anni fa è riuscita a rintracciare suo fratello biologico su Facebook.  Da quel giorno, i due fratelli sono rimasti in contatto scambiandosi regolarmente messaggi ma senza mai vedersi. Questo Natale però, Emily è riuscita a rincontrare i suoi veri genitori durante uno show in diretta televisiva.  Stacie Wall, ebbe Emily quando era ancora una ragazza, e decise quindi di darla in adozione perché non avrebbe potuto prendersi cura di lei.  “Volevo ritrovare Stacie perché mi sentivocome se mancasse un parte di me,” ha detto Emily in televisione.

Fonte: http://www.ladyblitz.it/video/emily-25-anni-rintraccia-madre-biologica-in-2-giorni-con-fb-video-1526835/

La crisi economica non fa sconti a nessuno, si comprimono i salari della classe lavoratrice anche in Germania.

Immagine
La crisi economica non fa sconti a nessuno, si comprimono i salari della classe lavoratrice anche in Germania.  (Bruno Rosso)
Complici le sempre più consistenti ondate migratorie, che creano “eserciti di riserva” di manodopera straniera a basso costo (situazione comune a tutti i paesi Ue avanzati), i redditi complessivi dei ceti popolari tedeschi non consentono affatto alla Germania di diventare la “locomotiva dei consumi” di cui avrebbero bisogno gli altri paesi Ue – soprattutto i Piigs – per risollevare il proprio Pil. I dati più recenti mostrano, in modo inappellabile, un aumento consistente delle diseguaglianze sociali tra classi e regioni e conseguentemente una rapida crescita dei cosiddetti “poveri”, ovvero di quei corposi segmenti di popolazione incapaci di produrre un reddito superiore agli 848 euro al mese (1.278 per le coppie ). Dal 2006 ad oggi, gli “indigenti” ufficialmente censiti sono passati dal 14 al 15,2%. In alcune aree del Paese, come nei land dell’Est o nella città d…

Il regalo di Natale dei petrolieri!

Immagine
Il regalo di Natale dei petrolieri! (Franco Svevo)
E’ Natale, ed anche i petrolieri hanno confezionato il loro regalo ai cittadini. Allineandosi ai nostri governanti bilderberghini, anche quest’altra odiosa casta ha pensato bene di far trovare sotto il nostro albero un bel pacco dono, sotto forma di un vergognoso aumento del prezzo dei carburanti nelle aree di servizio. Proprio nel periodo in cui gli spostamenti degli automobilisti raggiungono il picco massimo, ed e dunque ancora più esecrabile tale comportamento! Non sarà infatti sfuggito a nessuno, l’incredibile tempismo con cui questi miserabili hanno pensato bene di ritoccare verso l’alto il listino di benzina, diesel e gpl.  In media, per mettere la benzina in questi giorni festivi occorrono 1,80 Euro al litro, per il diesel 1,70 mentre è per il gpl che la sorpresa sotto l’albero e’ stata più amara, considerando che il prezzo ha superato abbondantemente i 90 centesimi al litro.  E questo alla faccia di chi ha scelto questo tipo di ali…