LIBIA IN FIAMME: DECINE DI MORTI A BENGASI.

LIBIA IN FIAMME: DECINE DI MORTI A BENGASI.

(Bruno Rosso)
Registra, per il momento, 14 morti e 51 feriti il bilancio degli scontri delle ultime ore tra milizie regolari e gruppi fondamentalisti islamici aderenti all’organizzazione jihaidista Ansar al-Sharia nella città di Bengasi, da dove si diede inizio alla rivolta contro il governo di Muammar Gheddafi e dove sono già accaduti notevoli episodi di violenza dopo la vittoria dei ribelli, proprio per opera di Ansar al-Sharia. Di recente era stato colpito nella propria casa il direttore del traffico aereo della città, il colonnello Abdel al Towahni, portando a quindici il totale degli alti comandanti militari morti nella città in questi ultimi anni per mano di Ansar al-Sharia, autori anche dell’attentato che poco più di un anno fa costò la vita di Christopher Stevens, allora ambasciatore degli StatiUniti in Libia. Il colonnello Abdullah al-Saiti, governatore militare della città, ha ora proclamato lo stato di allerta: sono state sospese le licenze a tutti i soldati, precettati a riprendere servizio immediatamente in caserma, mentre gli abitanti di Bengasi sono stati esortati a non uscire di casa. Tra i morti più recenti ci sarebbero anche cinque militari. L’epicentro dei combattimenti si trova in prossimità di una clinica gestita dai fondamentalisti islamici nel quartiere settentrionale di Selmani.

http://www.signoraggio.it/libia-in-fiamme-decine-di-morti-a-bengasi/

Commenti

Post più popolari