"Quando i poteri pubblici violano le libertà fondamentali e i diritti garantiti dalla Costituzione, la resistenza all'oppressione è un diritto e un dovere del cittadino". GIUSEPPE DOSSETTI

Traduttore

mercoledì 1 aprile 2015

quando dollaro tramontare nuova alba in oriente arrivare

quando dollaro tramontare  nuova alba in oriente arrivare

Di Filip Karinja
Nel corso della storia, le valute di riserva globali hanno dimostrato di poter durare solo fino ad un certo punto.
 Prima che la valuta degli Stati Uniti regnasse sovrana, le valute di Gran Bretagna, Francia, Paesi Bassi, Spagna e Portogallo, tutte hanno avuto il loro momento.
Non sappiamo esattamente quando corsa del dollaro come valuta di riserva finirà, ma ovunque si guardi, ci sono cambiamenti sismici che allontanano dal biglietto verde.
Un esempio, il numero di accordi commerciali bilaterali firmati tra i paesi sta crescendo ad un ritmo allarmante.
E poi ci sono i cinesi.
Anche solo pochi anni fa, lo yuan cinese non era nemmeno una delle dieci valute più scambiate; ora, con lo scorso anno, è il numero cinque nella lista registrata dallo SWIFT, un’agenzia di transazione finanziaria internazionale.
 In realtà, i pagamenti internazionali regolati in yuan sono saltati ad un massiccio 104% nel 2014!
Ma i cinesi non si accontentano facilmente; sanno che cosa è in gioco sulla scena mondiale e si stanno muovendo in fretta per cogliere l’opportunità.
Così alla fine di quest’anno, la Cina si prevede di lanciare quello che sarà noto come il China
International Payment Sistem (CIPS), un sistema internazionale che sancirà ulteriormente l’internazionalizzazione dello yuan e il suo status di valuta dominante a livello globale per le transazioni transfrontaliere.

Aggiungete a questo molti altri significativi sviluppi:
In primo luogo, i cinesi stanno ora cercando di avere lo yuan aggiunto al gruppo di valute di riserva dei diritti speciali di prelievo (SDR) del FMI.
Allo stato attuale, quel gruppo consiste solo del dollaro, l’euro, lo yen giapponese e la sterlina britannica.
In secondo luogo, la Cina fa capo alla nuova alternativa alla Banca Mondiale e al Fondo Monetario Internazionale, conosciuto come la New Development Bank, che è parte del sistema BRICS ed è guidata da Shanghai.
Infine, in cima a tutto questo, la Cina ha creato l’Asian Infrastructure Investment Bank (AIIB), che compete con le istituzioni finanziarie prevalentemente controllate dagli Stati Uniti e si concentra sulla regione dell’Asia-Pacifico.
 A partire da questa settimana, il Regno Unito e Australia hanno aderito al AIIB, con grande disapprovazione del governo degli Stati Uniti. Francia, Germania e Italia hanno.
Tutte le strade conducono fuori dagli Stati Uniti e alla Cina.
Parlando di strade, Simon Black di Sovereign Man ha recentemente notato questo cartellone a Bangkok, in Tailandia:



Cartellone del RMB come valuta mondiale
Si tratta di un annuncio della Banca di Cina, di cui il governo detiene una partecipazione superiore al 70%.
I cinesi ci stanno dicendo apertamente che il RMB (yuan) è “la nuova moneta mondiale”!
I cinesi sanno il futuro appartiene a loro e cominciano a ostentarlo.
Cosa c’è di più, ci sono crescenti indicazioni che la Cina stia gelosamente conservando l’oro con l’obiettivo finale di sostenere lo yuan con oro e quindi riportare denaro onesto nel sistema finanziario. Considerate, l’appetito irresistibile di lunga data della Cina per l’oro.
Non solo tengono tutto l’oro estratto entro nei loro confini, ma anche importano tutto il metallo prezioso su cui possono mettere le mani.
La Cina sta mettendo le proprie ultime pedine al loro posto, pronta per quando il dollaro sarà detronizzato.
Non sappiamo quando quel giorno verrà o che cosa verrà dopo, ma sappiamo che i cinesi sono pronti a prendere le redini.
Non dimenticate mai la regola senza età: chi ha l’oro fa le regole.
La Cina ha un sacco di oro.




Fonte: birchgold
http://ununiverso.altervista.org/blog/17918/

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...