"Quando i poteri pubblici violano le libertà fondamentali e i diritti garantiti dalla Costituzione, la resistenza all'oppressione è un diritto e un dovere del cittadino". GIUSEPPE DOSSETTI

Traduttore

mercoledì 29 aprile 2015

Gordon Duff fa DEFLAGARE la Verità in Siria! USA KO

Gordon Duff  fa DEFLAGARE la Verità in Siria! USA KO

NWO - Conferenza sul Terrore in Siria: Gordon Duff fa esplodere la Verità!
di Luciano Lago
Pubblichiamo il resoconto della conferenza internazionale svoltasi a Damasco il 1° Dicembre 2014, il cui contenuto ‒ "Combattere il Terrorismo e l'Estremismo Religioso" ‒ e le tematiche trattate, pur essendo di stretta attualità e di altissimo interesse, sono state accuratamente taciute all'opinione pubblica dai media occidentali dei paesi europei e d'oltre oceano.
Gordon Duff è il direttore delle rivista nordamericana "Veterans Today", reduce della guerra in Vietnam, viene considerato uno dei maggiori esperti di "intelligence" globale; è il direttore di un'organizzazione che si occupa di servizi segreti e di strategie militari.
Poco tempo fa si è recato a Damasco per la "Conferenza sulla Lotta al Terrorismo e all'Estremismo
religioso" alla presenza di esperti internazionali sul tema, ed ha pronunciato un discorso che si può definire storico.
Lo definiamo storico per una serie di ragioni di vitale importanza: è la prima volta che un'équipe statunitense, non attivista, fornisce una informativa militare in un consesso di questo tipo, alla presenza di leader delle forze armate di vari paesi,inclusa una delegazione russa e molti altri esperti da tutto il mondo.
Prima di tale memorabile intervento di Duff, nessuno si era azzardato a dire la verità sul problema essenziale che non è il terrorismo in Medio Oriente, ma l'effetto di una strategia criminale approntata su vasta scala.

Le parole pronunciate da Duff hanno fatto cambiare immediatamente il tono della conferenza e l'hanno orientata verso una focalizzazione molto chiara su quali siano le vere cause dell'esistenza dell'ISIS, dello Stato Islamico e delle altre compagini di integralisti islamici.
Gordon Duff ha avuto il merito di parlare in termini semplici e di rendere palese, per la prima volta, quale sia l'effettiva ragione dell'ISIS e del terrorismo. 
Questa rivelazione, fatta da un personaggio conosciuto ed accreditato nel campo dei servizi di intelligence professionali, sta avendo ripercussioni in tutto il mondo.

Da sinistra: Financial Editor Mike Harris, Managing Editor Jim Dean, Senior Editor Gordon Duff e Director Colonel James Hanke, tutti veterani di guerra. 

Questa la traduzione delle parti salienti del discorso:
"Troppe persone sono morte perché si possa continuare a parlare in termini poco chiari e non rispettando la verità. 
È tempo di dire ciò che sappiamo, che siano informazioni riservate o no.
Tutto ciò che avete visto è il risultato di ciò che stiamo rivelando. 
Ciò che asseriamo è conforme a quanto è successo e ai fatti che voi avete evidenziato…
Le nostre ipotesi si basano su informazioni solide, ricerche sicure sul territorio, usando lo spionaggio di singoli individui nella nostra ampia disponibilità. 
Noi non facciamo supposizioni. 
Sappiamo di cosa stiamo parlando.
Le motivazioni sono in gran parte economiche.
 Si tratta di una struttura criminale, parte di un sistema delittuoso che opera in tutto il mondo.
È qui sul vostro territorio, e si impossessa delle vostre cose – delle vostre fabbriche, delle vostre vite, della vostra gente – per l'arricchimento di un determinato gruppo di persone di cui bisogna tener conto.
È quasi come se fosse una questione di polizia. 
Si tratta di efferata delinquenza.
 Il terrorismo di cui state soffrendo è una piaga operante in tutto il mondo in misura mai vista prima. Non c'è mai stato niente di simile…
Io apprezzo le vostre dichiarazioni e riconosco la veridicità e l'onestà di ciò che dite, ma sono convinto che vi siano delle incomprensioni su come strategicamente gli Stati Uniti funzionino.


Questo è un problema, un tremendo problema in Medio Oriente ed è uno dei motivi che ci hanno condotto qui.
 È molto difficile capire cosa sia successo riguardo alla supervisione di Israele sulla politica americana, ed io, in modo quanto più sintetico possibile, cercherò di spiegarvelo.
Nel 2005, la Corte Suprema degli Stati Uniti pronunciò una sentenza su un caso chiamato Citizens United. 
Il provvedimento dell'Alto Tribunale legalizzò, in pratica, una corruzione aziendale privata senza limiti.
Questo fatto consegnò la supervisione del Congresso degli Stati Uniti a trafficanti di esseri umani e di droga e, in particolare, al più potente individuo oggi in America:un boss del gioco d'azzardo di nome Sheldon Adelson, un cittadino israeliano fuggito dagli USA che vive a Macao.
Egli ha speso più di un miliardo di dollari nelle ultime elezioni e si è comprato il controllo di entrambe le Camere del Congresso. 
Ora il Senatore John McCain, padre di al-Nusra così come dell'ISIS, sta portando avanti il sistema legislativo e militare statunitense in tutto il globo.
Alti ufficiali americani come il Generale McInerney e il Generale Paul Vallely,specialisti in guerra psicologica, aiutarono ad organizzare il Daish (Stato Islamico).
Hanno viaggiato dentro e fuori dal vostro paese (la Siria), più e più volte, così come il Senatore John McCain.
 Costoro si sono tutti incontrati con al Qaeda,un'istituzione creata dalle Forze di Difesa americane, saudite ed israeliane congiuntamente ai Servizi Segreti.


Incontro del 27 maggio 2013, in Siria, tra Abu Baqr Al-Baghdadi (il primo, in nero, a sinistra) e il Senatore John McCain, sulla destra. Allora, il capo dell'ISIS era un musulmano moderato ed ha ricevuto armi, denaro e addestramento dalla CIA in Giordania. Sembra che ora sia deceduto in un ospedale in Israele per ferite riportate in Iraq. 
Appena una settimana fa Chuck Hagel, il Segretario della Difesa degli Stati Uniti, si è dimesso. 
Egli è la persona che ha fermato l'America dal bombardare la Siria in seguito ai falsi attacchi di gas (false flag) nelle vicinanze di Aleppo.
È stata la nostra organizzazione a fornire l'intelligence per fermare quegli attacchi.
È nostro obbiettivo, mentre siamo qui, provare a stabilire un metodo di comunicazione che permetta alla Siria e ad altre nazioni, in loco, di venire a conoscenza del predominio di Israele sugli Stati Uniti, di questi ultimi su una parte del crimine organizzato, e quanto il governo americano sia sottomesso ad un complesso malvagio operante in tutto il mondo."





Fonti: Hispantv
Traduzione e prologo di Luciano Lag

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...