"Quando i poteri pubblici violano le libertà fondamentali e i diritti garantiti dalla Costituzione, la resistenza all'oppressione è un diritto e un dovere del cittadino". GIUSEPPE DOSSETTI

Traduttore

giovedì 19 marzo 2015

Attentato in Tunisia-morti quattro italiani

Attentato in Tunisia-morti quattro italiani

Un commando ha preso di mira il museo del Bardo a Tunisi. 
Gli italiani coinvolti sono turisti in crociera, tra cui un gruppo di dipendenti del comune di Torino. 
Il cordoglio del presidente Mattarella: "Gesto vile"
ROMA - La notizia temuta per tutto il pomeriggio è stata confermata in serata dall'unità di crisi della Farnesina: quattro italiani sono morti e dodici sono rimasti feriti dopo l'attacco terroristico avvenuto stamattina nel centro di Tunisi, al museo del Bardo. 
Al momento si conosce solo il nome di una vittima: si tratta di un pensionato di 64 anni di Novara. 
I feriti, invece, sono tutti ricoverati negli ospedali della capitale tunisina. 
COS'E' SUCCESSO - Oggi intorno a mezzogiorno un gruppo di turisti è stato preso in ostaggio all'interno del museo del Bardo, a Tunisi, da un commando composto da tre terroristi travestiti da soldati e armati di kalashnikov. 
Le teste di cuoio tunisine hanno fatto irruzione poco dopo, uccidendo due terroristi e liberando gli
ostaggi.
 I tre terroristi del commando (uno arrestato, due uccisi in un blitz delle forze speciali) hanno attaccato il complesso del Parlamento facendo irruzione nel vicino museo del Bardo e tenendo in ostaggio decine di turisti per tre ore. 
I media locali hanno parlato di una rivendicazione dell'Isis in risposta a un'operazione di polizia contro i terroristi avvenuta pochi giorni prima. 

UNA VACANZA DA INCUBO - Bloccati dalle forze dell'ordine nei pressi del Parlamento tunisino, i terroristi hanno fatto fuoco contro un autobus di turisti parcheggiato davanti al museo del Bardo. 
Poi sono riusciti ad entrare all'interno, dove hanno preso in ostaggio diverse persone. Tra loro c'erano anche decine di turisti italiani (tra cui un gruppo di dipendenti del comune di Torino), sbarcati stamattina a bordo della nave da crociera Costa Fascinosa, arrivata nella capitale tunisina da Palermo e in attesa di ripartire per Palma di Maiorca.
 Dopo ore di angoscia, le forze dell'ordine hanno liberato gli ostaggi. Nel blitz anche un agente ha perso la vita.

IL CORDOGLIO DI MATTARELLA - "Ho appreso con sgomento dell’attacco terroristico perpetrato oggi a Tunisi, che ha causato numerose vittime e molti feriti e nel quale sono rimasti tragicamente coinvolti alcuni connazionali.
 Esprimo, a nome mio personale e di tutto il popolo italiano, la più netta e ferma condanna per un gesto vile e odioso, commesso ai danni di persone inermi, in spregio alle più elementari norme di convivenza civile e rispetto della vita umana", ha dichiarato il presidente della Repubblica Sergio Mattarella.
 Il premier Matteo Renzi ha condannato l’attacco, esprimendo vicinanza al governo di Tunisi e invocando "una risposta forte e una reazione di fermezza per rafforzare la determinazione contro la minaccia terroristica".
 
http://indacoreportage.blogspot.it/

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...