"Quando i poteri pubblici violano le libertà fondamentali e i diritti garantiti dalla Costituzione, la resistenza all'oppressione è un diritto e un dovere del cittadino". GIUSEPPE DOSSETTI

Traduttore

martedì 4 novembre 2014

Operai Ast Terni, il video che contraddice Alfano. La polizia ordina "caricate!" contro il corteo pacifico (VIDEO)

Operai Ast Terni, il video che contraddice Alfano.
La polizia ordina "caricate!" contro il corteo pacifico (VIDEO)

Spunta un altro video che riprende la carica della polizia nei confronti degli operai Ast di Terni.
 Nelle immagini, riproposte dal programma "Gazebo" di Diego Bianchim è possibile vedere un funzionario della polizia che ordina "caricate!" contro un gruppo di manifestanti pacifici. Tra questi anche Maurizio Landini, il leader della Fiom, che si infuria con i responsabili dell'ordine pubblico e tenta di spiegare che il corteo non si stava dirigendo alla stazione Termini ma verso il ministero dello Sviluppo economico. 
Per chi conosce piazza Indipendenza, il luogo dove sono avvenuti gli incidenti, è facile comprovare le parole di Landini: poco prima della carica i lavoratori stanno girando a destra verso via XX settembre e non verso la principale stazione ferroviaria della Capitale. 
Sia la Questura di Roma sia il ministro Alfano avevano tentato di giustificare le botte della polizia ai lavoratori in quanto si doveva evitare che questi occupassero i binari di Termini.
Intanto il video che riprende il funzionario di polizia che dà l'ordine di caricare i
manifestanti sta già innescando reazioni. 

Per il presidente del Partito democratico Matteo Orfini "il video di @zdizoro riapre la discussione sulla gestione della piazza".
 E aggiunge: "Capisco che è impegnato ad annullare matrimoni,ma il prefetto di roma potrebbe trovare un minuto per spiegare le nuove immagini sulla carica".
 Per il responsabile Lavoro di Sel Giorgio Airaudo "dopo il video di #Gazebo #Rai3 con l'ordine di caricare gli operai di #Terni #Alfano si deve dimettere o per incompetenza o per malafede". 
 
"Se mai ce ne fosse ancora bisogno, il video di ieri trasmesso dalla trasmissione di Rai3 'Gazebo', conferma quanto da noi sostenuto con la richiesta di sfiducia per il ministro Alfano - afferma in una nota Airaudo - Quanto avvenuto la scorsa settimana agli operai e sindacalisti delle Acciaierie di Terni è stata una vera e propria carica della Polizia e l'ultimo video immortala il momento in cui viene dato l'ordine".
"Ora il ministro Alfano, che già nell'informativa urgente non aveva spiegato i motivi di tale comportamento da parte delle forze dell'ordine e soprattutto non ci aveva spiegato quale catena di comando aveva portato all'ordine di carica, prenda atto delle sue negligenze e si dimetta. 
Lo faccia prima che la mozione presentata da Sel e dal M5S venga calendarizzata in Aula a Montecitorio. 
E' necessario conoscere la verità. 
Non vorremmo che finisse come purtroppo è andata a finire per la verità su Stefano Cucchi: non è stato nessuno, tutti salvi".

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...