"Quando i poteri pubblici violano le libertà fondamentali e i diritti garantiti dalla Costituzione, la resistenza all'oppressione è un diritto e un dovere del cittadino". GIUSEPPE DOSSETTI

Traduttore

lunedì 6 ottobre 2014

Falcone-Borsellino- uccisi dagli apparati deviati dello Stato usando la Mafia come autore materiale-video- .

Falcone-Borsellino- uccisi dagli apparati deviati dello Stato usando la Mafia come autore materiale -video-


La "trattativa" non era che una richiesta di "pagamento a stato di avanzamento lavori ". 
Falcone e Borsellino sono stati uccisi dagli apparati deviati dello Stato usando la Mafia come autore materiale , ed anche partecipando alla esecuzione materiale con materiale e presenza "tecnica " . 
La posta in gioco era fermare la DNA e le analisi ed intuizioni
strategiche di Falcone . 
E chi continua a parlare solo di TRATTATIVA ( che è sì vera ) DISINFORMA senza capirlo ( nei casi migliori ) . 
La mafia "sovrappose" una trattativa per avere un vantaggio tangibile immediato intorno al trattamento penitenziario.
Moro, Falcone e BOrsellino sono stati uccisi per proteggere il progetto deviato che doveva distruggere lo Stato Costituzionale ed occuparne i gangli vitali . 
GLi attentati del 1993 furono il segnale violento contro lo Stato degli apparati deviati .
La scalata fu realizzata da allora in poi con metodologie CHE DOVETE ANALIZZARE e che nei blog del CDD è STATA INTEGRALMENTE ANALIZZATA con prove e dati diretti . .
Questa gestione di basso profilo delle vicende, parlando solo della TRATTATIVA danneggia la memoria ed il grande ruolo di Giovanni Falcone .
Paolo Ferraro

Paolo Ferraro testimone delle attività deviate degli apparati romani, magistrato storico della sezione romana di MD , che denuncia da ormai quattro anni una intera cordata deviata incistata nella magistratura, rapporti con gangli deviati dell'esercito, attività coperte dai servizi e una filiera di psichiatri e tecnici che si muovono all'unisono condividendo attività coperte , lasciato solo, ha combattuto sino ad oggi la stessa battaglia andando a fondo come prove fornite alla opinione pubblica DA SOLO . 
La assenza delle agende rosse e di NIno con il quale ho avuto varie telefonate, la ovvia assenza di Antonio ( e non commento altro ) si aggiungono alla sottovalutazione dei rischi che stiamo correndo e della portata delle nostre denunce comprovate con documenti, banche dati, audio e una testimonianza diretta dal cuore del porto delle nebbie. 
IL MOTIVO riposa nel fatto che NOI siamo i TESTIMONI che inchiodano la CORDATA DI MAGISTRATI DEVIATI alle loro attività coperte begli ultimi venticinque anni .
 Cercheremo di venire ma chiediamo subito l'intervento sulla vicenda più clamorosa ed eclatante che svela tutto quello che serve a capire gli accadimenti dell'ultimo quarto di secolo paolo ferraro

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...