"Quando i poteri pubblici violano le libertà fondamentali e i diritti garantiti dalla Costituzione, la resistenza all'oppressione è un diritto e un dovere del cittadino". GIUSEPPE DOSSETTI

Traduttore

venerdì 3 ottobre 2014

Certo è ridicolo che uno che raglia sia a capo del circo

Certo è ridicolo che uno che raglia sia a capo del circo

raglia-capo-circo
Di Franco Remondina
Cambiare verso?
 Si, è doveroso! 
È appurato: i ragli d’asino non arrivano in cielo! 
Anche se il nostro ex concorrente della ruota della fortuna decide di ragliare in inglese. Ritorno al discorso sulla moneta… perchè è IL discorso.
Dopo aver drenato contante per circa 1000 miliardi, con la scusa di tenere sotto controllo l’inflazione, Minus Draghi ha fatto una figura
di m… anche con gli ABS. 
Anche lui parla con lo stesso linguaggio di cui sopra. 
Non passa giorno che ci ripeta che servono riforme strutturali. 
La vera riforma strutturale di cui avremmo veramente bisogno è una e una sola: lui e quelli come lui, cioè quasi tutti quelli che stanno nelle commissioni UE a qualunque titolo, devono essere cacciati per legge!
 Un po’ forte dite? 
Vediamo di capirci: cosa vi fa pensare che questi sappiano risolvere la crisi? 
Non sanno nulla! 
Se avessero saputo avrebbero pre-visto la crisi! 
Ovvio no? 
Non avendola prevista, hanno fatto pre-visioni a iosa. 
Se n’è avverata qualcuna?
 Nessuna!
 Ricordate “la luce in fondo al tunnel” del professorone Monti? 
Dove c… è quella luce? 
Dopo 7 anni di crisi, dopo aver applicato la ricetta lacrime e sangue, che è successo? Abbiamo una disoccupazione pari a quella del dopoguerra. 
L’Istat dice che è frazionalmente in calo?
 Sono ragli d’asino! 
Vai in giro a vedere quante fabbriche aprono…

Manca il cash, la moneta! 
È come togliere l’olio alla tua macchina perchè cosi risparmi sul tagliando… il motore grippa! 
Cosi abbiamo un doppio problema: niente contante, niente pagamenti. 
Ma, direte voi, si può fare il bonifico attraverso l’F24… Anche qui c’è il trucco!
 Immaginiamo che un imprenditore abbia acceso un mutuo per la sua attività… Lo hanno fatto tutti i nostri imprenditori. 
Andavano ad acquistare il denaro dalle banche, perchè non “volevano” usare i propri soldi. “Ma certo, lei è solvibile, vediamo il conto corrente. 
Le concediamo un mutuo, venga…” Al primo intoppo questi imprenditori, perchè anche il più imbecille può imprendere e imprendere non è sinonimo di migliore, ricordatevelo! 
Al primo intoppo si sono accorti che le banche erano creditori senior, cioè potevano per legge intercettare i pagamenti diretti a loro e requisirli per il loro mutuo. 
Prima venivano loro, quelle banche che ti avevano prestato i soldi. 
Così non importa se quei soldi ti avrebbero fatto comodo per pagare i fornitori, gli operai, la banca decideva che erano “suoi”. 
Così si spiega l’accanimento dei direttori di banca verso il rientro di somme ridicole come 10, 20mila euro, che non servono a nulla ad una banca… Mica falliscono!!!
 Allora cos’è? 
Vogliono denaro cash! 
Denaro buono… contante, banconote! 
Non denaro bancario… Guardate che è diversa la faccenda… Naturalmente questa roba non viene raccontata nei talk-show, a Ballarò, alla Gabbia, dall’Annunziata o da Rai News 24… Questi sono li a “fare finta”, sono i domatori di leoni, e i leoni siete, siamo noi.
 Certo è ridicolo che  uno che raglia sia a capo del circo, ma all’endorsement non c’è mai limite!
tratto da

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...