"Quando i poteri pubblici violano le libertà fondamentali e i diritti garantiti dalla Costituzione, la resistenza all'oppressione è un diritto e un dovere del cittadino". GIUSEPPE DOSSETTI

Traduttore

martedì 9 settembre 2014

SCIE CHIMICHE MILITARI A BASSA QUOTA

SCIE CHIMICHE MILITARI A BASSA QUOTA

Puglia: scie chimiche nei pressi dell'aeroporto aeronautica militare di Amendola
di Gianni Lannes
Inganni e segreti di Stati. Basta poco, tuttavia, a smascherare la guerra psicochimica in atto con tutto l'armamentario sgangherato e cialtrone di negazionisti, scientisti e narcotizzatori del rischio: l' osservazione del cielo e la disamina degli atti ufficiali di Stati e forze armate "alleate". Il famigerato memorandum Groves messo in pratica ai giorni nostri.
«Gli aerei commerciali impegnano le basse quote solamente durante la fase di decollo o di avvicinamento agli aeroporti per l’atterraggio, ovvero quando operano in zone non interessate dall’addestramento dei velivoli militari».
E’ la risposta ufficiale del sottosegretario di Stato, tale Massimo Brutti (datata 3 giugno 1998), ad un’interrogazione parlamentare (pagina 232 del 322° resoconto parlamentare).
Allora, tutti i velivoli che giorno e notte a basse altitudini spargono misteriose scie nell’aria sono militari. A rigor di logica scientifica entro i 6.450 metri gli aerei non emettono scie di condensa, che invece si manifestano a quote superiori agli mila metri, con particolare, temperatura, umidità e pressione. La fisica non è un'opinione a vanvera attivissima.
Chi ha il controllo di questo spazio aereo? Disarmante l’Aeronautica militare nostrana. Infatti, recita il Decreto del Presidente della Repubblica 27 luglio 1981, numero 484, all’articolo 4:
«Uso dello spazio aereo civile, in attuazione della delega prevista dalla legge 23 maggio 1980, n. 242 . Art. 4. Spazi aerei di competenza dell'Aeronautica militare [4]
[Gli spazi aerei di competenza dell'Aeronautica militare sono i seguenti:
a) zone di aerodromo e di avvicinamento istituite su aeroporti militari e militari aperti al traffico aereo civile, non compresi nella tabella B di cui alla legge 22 dicembre 1979, n. 635;
b) rotte, corridoi e livelli necessari per il traffico aereo operativo-militare;
c) zone riservate alle operazioni militari;
d) spazi aerei non controllati, ai fini del traffico aereo operativo militare.
Entro gli spazi aerei di cui al precedente comma, i servizi di assistenza al volo di competenza sono forniti dall'Aeronautica militare, con gli opportuni coordinamenti e nel rispetto della normativa ICAO per quanto concerne il traffico aereo generale.]».

riferimenti:
Carte di crociera ufficiali ENAV con le aerovie:
Fino a FL 195
Sopra FL 195
elenco delle carte di crociera italiane:





IN QUESTO BLOG I COMMENTI SONO DISABILITATI, SE SEI INDIGNATO E/O VUOI OFFENDERCI VUOI LASCIARE IL TUO PENSIERO PUOI UTILIZZARE LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...