"Quando i poteri pubblici violano le libertà fondamentali e i diritti garantiti dalla Costituzione, la resistenza all'oppressione è un diritto e un dovere del cittadino". GIUSEPPE DOSSETTI

Traduttore

domenica 1 giugno 2014

Alfano e il ritorno al ‘padre’

Alfano e il ritorno al ‘padre’


In questo caso la paura non fa novanta ma fa tornare Alfano, il figliol prodigo, verso le braccia di Berlusconi, l’unico che al momento potrebbe garantirgli ancora un posto al sole se si andasse a breve ad elezioni. 
Il trionfo indiscutibile di Renzi fa tremare tutti i partiti che da sempre hanno ragionato con logiche ormai inadeguate per i tempi che corrono, in molti si sono accorti solo il giorno dopo delle elezioni che purtroppo non bastano più gli insegnamenti dei vecchi democristiani e che le strategie ora devono essere adattate alla nuova mentalità che si è instaurata nel nostro Paese.
Ed è così che il leader del Ncd ha lanciato un appello affinché: «Riuniamo tutti i moderati», che per lui andrebbero da F.I. alla Lega per passare da Fratelli d’Italia, comprese le aree, dall’Udc ai Popolari per l’Italia. Si tratterebbe di quel grande progetto di cui tutti parlano ma che faticano poi a mettere in pratica a causa dei personali che però questa volta almeno da parte di F.I. sembrano essere messi da parte considerando che dagli azzurri arriva una risposta positiva attraverso le parole di Romani che spiega: «Ripartiamo da quelle basi comuni che ci hanno sempre caratterizzato come centrodestra e che, nonostante la frammentazione con la quale ci siamo presentati alle elezioni, l’elettorato ha riconosciuto e sostenuto, certificando il ritorno ad un sistema bipolare».
Nettamente contrari a questa nuova rivisitazione di un partito unico del centrodestra sono Fratelli d’Italia che con Crosetto girano il dito nella piaga: «È difficile capire come Alfano possa parlare di ricostruzione del centrodestra da ministro dell’Interno del governo Renzi. È un ossimoro e una contraddizione in termini. La ricostruzione del centrodestra passa attraverso programmi, idee e proposte diverse: o si fa il «centrodestra renziano», scelta legittima che mi pare sia la strada che sta seguendo Ncd e che molti dei suoi dirigenti privilegiano, o si ricostruisce un centrodestra politico attorno ad una piattaforma e ad un metodo».
Purtroppo la politica sembra essere sempre la stessa e non cambiare mai, nessuno si interroga e cerca di trovare soluzioni per andare a colmare i malumori dei cittadini, magari con proposte serie di riforme del lavoro che incentivano l’occupazione ma semplicemente cercano ancora una volta di tenersi stretta quella seggiola che altrimenti non rivedrebbero più…
Guerriero del Risveglio 
http://www.signoraggio.it/alfano-e-il-ritorno-al-padre/
IN QUESTO BLOG I COMMENTI SONO DISABILITATI, SE SEI INDIGNATO E/O VUOI OFFENDERCI VUOI LASCIARE IL TUO PENSIERO PUOI UTILIZZARE LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...