"Quando i poteri pubblici violano le libertà fondamentali e i diritti garantiti dalla Costituzione, la resistenza all'oppressione è un diritto e un dovere del cittadino". GIUSEPPE DOSSETTI

Traduttore

giovedì 29 maggio 2014

UCRAINA- Kiev lancia un nuovo ultimatum, ‘useremo armi di precisione’

UCRAINA- Kiev lancia un nuovo ultimatum, ‘useremo armi di precisione’


Kiev ha lanciato oggi un nuovo ultimatum ai ribelli separatisti filo-russi dell’auto-proclamata “Repubblica Popolare di Donetsk”, riassumibile con il tiolo dell’agenzia Ria Novosti “Arrendersi o morire”: come ha affermato il portavoce del quartier generale delle truppe speciali ucraine impegnate nell’operazione, Vladislav Seleznyov, “Il comando dell’Operazione anti-terroristica ha garantito la sicurezza di quanti sono pronti a consegnare le loro armi”. Seleznyov ha spiegato che quello di oggi è il secondo invito lanciato agli insorti, i quali in precedenza lo hanno respinto.
 Ha poi aggiunto che se la situazione permarrà inalterata, i militari si vedranno costretti a sparare con armi di “alta precisione”.
Seleznyov ha smentito le notizie apparse sulla stampa di vittime civili dopo che le truppe ucraine hanno effettuato una serie di raid aerei contro l’aeroporto di della città, mentre il leader dei separatisti Denis Pushilin ha parlato di un centinaio di morti di cui la metà civili; secondo le fonti mediche le vittime sarebbero una trentina.
Dopo il sequestro di quattro osservatori Osce avvenuto ieri (un turco, un estone, un danese e uno svizzero), oggi manca all’appello un secondo gruppo di osservatori.
IN QUESTO BLOG I COMMENTI SONO DISABILITATI, SE SEI INDIGNATO E/O VUOI OFFENDERCI VUOI LASCIARE IL TUO PENSIERO PUOI UTILIZZARE LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...