"Quando i poteri pubblici violano le libertà fondamentali e i diritti garantiti dalla Costituzione, la resistenza all'oppressione è un diritto e un dovere del cittadino". GIUSEPPE DOSSETTI

Traduttore

giovedì 15 maggio 2014

UCRAINA- I filorussi lanciano un ultimatum. E Putin ricorda all’Ue gli obblighi contrattuali di Kiev

UCRAINA- I filorussi lanciano un ultimatum. E Putin ricorda all’Ue gli obblighi contrattuali di Kiev


Le milizie filo-russe dell’autoproclamata Repubblica popolare di Donetsk hanno minacciato con un ultimatum un’operazione militare nei confronti dell’esercito ucraino, se questi non verrà ritirato dalla regione.
I militari di Kiev sono impegnati in quella che le autorità governative hanno definito “campagna anti-terrorismo”, ma verso di loro, come ha detto alla Ria Novosti il vice comandante delle milizie del Donbass, Serghei Zdriliuk, “sono pronti gruppi di ricognizione e sabotaggio”.
“Se i veicoli blindati non saranno ritirati e non saranno rimossi i blocchi stradali delle cosiddette legittime autorità – ha aggiunto Zdriliuk – ho abbastanza forze e mezzi, il comandante mi ha dato il suo appoggio oggi, per distruggere e bruciare tutto questo”.
 L’ultimatum dovrebbe scadere in 24 ore.
Intanto da Mosca è intervenuto il presidente Vladimir Putin, il quale è tornato sulla questione del gas fornito all’Ucraina e non ancora pagato, la cui cifra si aggira intorno ai 14 miliardi: in una lettera inviata ai leader europei Putin scrive che “sfortunatamente non abbiamo ricevuto nessuna proposta concreta per la stabilizzazione della situazione e perché l’Ucraina rispetti i suoi obblighi contrattuali e garantisca il passaggio (del gas russo) in modo affidabile”.
http://www.notiziegeopolitiche.net/?p=40846
IN QUESTO BLOG I COMMENTI SONO DISABILITATI, SE SEI INDIGNATO E/O VUOI OFFENDERCI VUOI LASCIARE IL TUO PENSIERO PUOI UTILIZZARE LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...