"Quando i poteri pubblici violano le libertà fondamentali e i diritti garantiti dalla Costituzione, la resistenza all'oppressione è un diritto e un dovere del cittadino". GIUSEPPE DOSSETTI

Traduttore

mercoledì 7 maggio 2014

SUD SUDAN. Unhcr, ‘è emergenza profughi’

SUD SUDAN-Unhcr, ‘è emergenza profughi’


Dopo il fallito tentativo di golpe di 5 mesi fa guidato da Riek Machar, ex fedele del presidente Salva Kiir, continuano duri gli scontri nel Sud Sudan fra i ribelli Nuer, che controllano diverse città, e i Dinka, gruppo a cui appartiene Kiir: sul piatto il controllo della risorsa principale del poverissimo paese, il petrolio.
Le violenze e i massacri non sono di certo stati fermati dalla recente visita del Segretario di Stato Usa John Kerry, che il 2 maggio ha cercato di rassicurare la comunità internazionale e di gettare acqua sul fuoco, provando a far intravedere uno spiraglio di speranza per la risoluzione della crisi: l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (Unhcr) sta assistendo a un forte aumento dei profughi sudsudanesi che raggiungono l’Etiopia per fuggire al conflitto acuitosi proprio in questi giorni, quando le forze governative hanno ripreso il controllo della roccaforte ribelle di Nasir nella regione del Nilo Superiore.
Da quanto si apprende dall’Unhcr, nelle ultime 72 ore oltre 11mila persone hanno raggiunto la città etiope di Burubiey, una remota comunità di piccole dimensioni situata lungo il fiume Baro, che segna il confine tra i due paesi. Gli stessi profughi hanno raccontato di una moltitudine di persone che si sta mettendo in cammino per attraversare il fiume che delimita il confine fra i due paesi, su uno dei pochi traghetti a disposizione.
 I rifugiati appena arrivati, tutti di etnia Nuer, dichiarano che migliaia di persone stanno fuggendo da Nasir, a circa 30 km dal confine.
http://www.notiziegeopolitiche.net/?p=40651

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...