"Quando i poteri pubblici violano le libertà fondamentali e i diritti garantiti dalla Costituzione, la resistenza all'oppressione è un diritto e un dovere del cittadino". GIUSEPPE DOSSETTI

Traduttore

martedì 13 maggio 2014

L’Italia non e una repubblica ma una corporation, la bufala del NWO

L’Italia non e una repubblica ma una corporation, la bufala del NWO


Di Alessandro De Angelis
Ricordate l’articolo precedente dove si affermava che l’Italia non è una repubblica ma una corporation dal1933?
Era una bufala per dimostrarvi come agisce il potere ingannando chi non ha gli strumenti ed il tempo per informarsi correttamente, difatti il 1933 è l’anno di fondazione del S.E.C. e l’Italia si è registrata al SEC nel 2002 come Stato Estero.
 Il resto dell’articolo dove si parla della truffa del debito pubblico è invece corretto, questo è il modo di agire del potere per ingannarvi, dare alcune notizie corrette ed altre false per perseguire il suo scopo di un nuovo ordine mondiale che dovrà nascere dalle ceneri di un sistema al collasso a causa della gigantesca bolla inflazionaria generata, con la conseguenza che la moneta elettronica è di ben 7 volte il P.I.L.
dell’intero pianeta. 
Quando si verificano queste condizioni il potere ne esce o con una guerra globale oppure creando un default che coinvolgerà mezzo pianeta. 
Nel frattempo per depistare da quello che sta succedendo si sono inventati la sovranità individuale e l’OPPT – One People’s Public Trust, che afferma di aver liberato l’intero popolo terrestre dalla schiavitù e dall’inganno, perpetrati nei secoli da un manipolo di persone proprietari di corporazioni mascherate da falsi governi, ma anche e soprattutto di istituti bancari che hanno utilizzato moneta privata per saccheggiare letteralmente il popolo, dei beni della Terra.
Utilizzando le norme di diritto commerciale UCC – Uniform Commercial Code, gli amministratori
del Trust OPPT hanno depositato degli atti presso il Pubblico Registro di WA DC contenenti
specifiche ricerche compiute negli anni, atte a dimostrare quanto sopra e formulando accuse
verso i responsabili di tali crimini. 
Sono stati concessi loro 28 giorni per confutare gli atti e
decorso infruttuosamente tale termine, tali atti sarebbero stati confermati per tacito consenso
assenso.
 Il tutto è stato preceduto da una dichiarazione, anch’essa inconfutata, che basandosi
sulla falsariga delle bolle papali, viene nel nostro caso affermato che noi siamo Esseri Viventi ed
Eterne Essenze Incarnate e tra noi ed il Creatore ed i beni che lui ci ha donato, non ci può
essere nessuna struttura intermedia che può arrogarsi diritti su di noi. Successivamente sono
stati depositati col medesimo sistema altri atti, in cui l’intero popolo della Terra precludeva e
quindi pignorava Stati, Corporazioni e Banche con la conseguenza che tutti i beni pignorati
sarebbero ritornati al popolo terrestre per un controvalore di circa $ 10 MLD a testa…
Ovviamente quanto dichiarato riporta delle verità!
Vediamo però dove l’intero impianto OPPT risulta inefficace, al meglio, o addirittura una trappola, al peggio.
Lo strumento giuridico utilizzato è un Trust, che in tutte le giurisdizioni in cui viene riconosciuto è
regolamentato più o meno nel medesimo modo e quindi per prima cosa è necessario
comprendere come esso si costituisce.
Occorrono necessariamente 3 figure:
1. Disponente (Settlor) ovvero colui che può dimostrare di essere proprietario di determinati
beni e vuole legalmente spossessarsene, a beneficio di terzi.
2. Amministratore (Trustee) ovvero colui che diventa legalmente il proprietario dei beni e li
amministra secondo specifiche disposizioni impartite dal Settlor a favore del Beneficiary.
3. Beneficiario (Beneficiary) ovvero colui o coloro che potranno godere dei beni, senza
risultarne proprietari.
N.B. Il Disponente può anche ricoprire la posizione di Beneficiario
Ora, a parte che non è mai stato reso pubblico il documento di costituzione di questo Trust
OPPT, in cui si può evincere chi lo ha disposto, l’oggetto stesso del Trust, le disposizioni e la
sua durata, l’unico soggetto che avrebbe potuto ricoprire la figura del Disponente poteva essere
solo il Creatore…ed io dubito che si sia materializzato per questo. Oppure i Disponenti potevano
essere solo coloro che hanno saccheggiato il pianeta, che possono legalmente dimostrare di
essere proprietari dei relativi Beni (sorvolando sul come ne siano divenuti proprietari), e non
penso che se hanno impiegato tutti questi secoli per appropriarsene, commettendo crimini
contro l’intera umanità, poi improvvisamente si facciano venire un attacco fulminante di bontà e
rimorso e decidono di ritornarci tutto il maltolto. Infine, i Disponenti potremmo essere noi tutti Esseri Viventi, che non avendo strutture intermedie col Creatore, possiamo fare determinate
rivendicazioni, anche perché la relativa dichiarazione depositata è rimasta inconfutata…ma a
questo punto sarebbe stato violato il nostro libero arbitrio ed il Disponente non può comunque
essere indicato retroattivamente. Quindi chi era il Disponente, legalmente valido, che ha
costituito il Trust OPPT il quale, successivamente, ha compiuto determinati atti? Mistero…
Non è quindi che le dichiarazioni depositate da OPPT secondo normative UCC, anziché
risultare inconfutate, sono semplicemente state ignorate perché non possono produrre
assolutamente alcun effetto di Legge, ma rimangono comunque archiviate e visibili nei registri pubblici? Se il Trust è costituito in modo anomalo, tutti i relativi atti sono insussistenti! Inoltre pare che le accuse mosse da OPPT di cui agli atti depositati, non siano neppure state correttamente notificate alla controparti che quindi non potevano confutare negli usuali termini concessi.

Ora veniamo all’eventuale trappola.

Il movimento degli OPPTiani, si è sviluppato perché il “premio finale” è sicuramente allettante:
ben 10 MLD di $ a testa per ogni essere vivente che “firma in rosso con la sua impronta
digitale” una dichiarazione predefinita da completare coi dati personali. Peccato che, a parte
una raggirante tiritera composta di frasi e concetti pseudo-spirituali, la quale dovrà essere resa
pubblica tramite deposito su un portale predisposto appositamente da OPPT, con la stessa noi
esseri viventi dovremmo dichiarare nella sostanza che siamo disposti a quantificare e scambiare il NOSTRO VALORE (fisico e spirituale)…
Ovvero ci viene estorto con l’inganno una specie di “patto col diavolo”, in cui, a questo punto in
modo perfettamente consapevole, noi siamo disposti ad ottenere il “controvalore” di 5 MLD di
ORO per il nostro corpo ed il controvalore di 5 MLD di Argento per la nostra anima (o viceversa); nella sostanza noi dichiareremmo che la nostra anima vale quella cifra ed il nostro corpo vale quell’altra cifra. Tale dichiarazione ha comunque valore (dopo la nostra firma ed il nostro deposito) di intento alla cessione a prescindere se poi otterremo o meno il controvalore attribuito. Tali dichiarazioni devono essere notificate agli istituti bancari prospettandogli una commissione del 10% sulla cifra da noi ottenuta ed accreditata su un conto che nel caso verrebbe aperto con l’istituto bancario; le ulteriori condizioni sono che l’istituto bancario deve amministrare fedelmente il nostro deposito e non potrà utilizzarlo per speculazioni finanziarie. Anche se non accetteranno mai, noi abbiamo notificato loro il nostro preciso intento.
Nella medesima dichiarazione (anche se suddivisa in più atti), noi comunque dovremmo
riconoscere l’operato di OPPT e dovremmo dichiarare di disconoscere l’attuale sistema
bancario criminale. Strano quindi che poi con tale dichiarazione, noi siamo disposti a cedere
anima e corpo per il “controvalore” di 5+5 MLD di ORO e Argento “in bit bancari” (ovvero aria
fritta che abbiamo disconosciuto) e di fatto riconoscendo nuovamente valido tale sistema. A
parte che la moneta bancaria è una moneta-debito che non accetteranno mai di concederti a
credito ed entrando nel merito è una semplice convenzione inventata ed accettata dall’Essere
Vivente, utilizzata per superare i limiti del baratto e semplificare lo scambio di talenti e di beni di valore e utilizzo differente, in sostanza dovremmo dichiarare di essere disposti a mercanteggiare anima e corpo al sistema bancario per una convenzione che ha avuto origine da noi stessi tempo addietro…
Non per nulla tutta questa documentazione passa per UCC, ovvero il Codice del Commercio,
proprio per accettare consapevolmente di essere considerati merce umana.
Quindi, se prima i criminali ci hanno soggiogato perché eravamo inconsapevoli di ciò che veniva
fatto, ora consapevolmente, concederemmo pieno consenso nel continuare a perpetrare tali
crimini.
Sveglia ragazzi, nel prossimo articolo vi sveleremo perché la sovranità individuale è inapplicabile, mentre potremmo usare una sovranità collettiva per raggiungere lo scopo di contrastare questi mascalzoni in maniera più realistica ed efficace, esistono svariati movimenti di sovranità individuale; buona parte di coloro che hanno seguito le direttive o i loro promotori, sono finiti in carcere per creazione di documenti atti a frodare il fisco o sottoposti a trattamenti sanitari obbligatori per comportamenti anomali.
 Sul sito dell’FBI tali movimenti sono classificati al pari di quelli terroristici.
http://ununiverso.altervista.org/blog/litalia-non-e-una-repubblica-ma-una-corporation-la-bufala-del-nwo/
IN QUESTO BLOG I COMMENTI SONO DISABILITATI, SE SEI INDIGNATO E/O VUOI OFFENDERCI VUOI LASCIARE IL TUO PENSIERO PUOI UTILIZZARE LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...