"Quando i poteri pubblici violano le libertà fondamentali e i diritti garantiti dalla Costituzione, la resistenza all'oppressione è un diritto e un dovere del cittadino". GIUSEPPE DOSSETTI

Traduttore

martedì 20 maggio 2014

L’esercito ucraino ha attaccato la città di Kramatorsk

L’esercito ucraino ha attaccato la città di Kramatorsk


Secondo quanto riferito all’agenzia d’informazione Itar-Tass da un militante delle milizie di autodifesa, un convoglio dell’esercito ucraino, composto da sei veicoli blindati per il trasporto di truppe, dopo essersi avvicinato da nord ovest alla città, avrebbe cominciato a bombardare Kramatorsk attraverso insistenti colpi di mortaio. 
Secondo un altro militante: ” quando il convoglio ha tentato di entrare in città, circa 10 soldati in uniformi nere e diverse persone in abiti mimetici erano appollaiati in cima ai veicoli da combattimento”, inoltre, a suo dire, tra i miliziani fedeli a Kiev vi sarebbero stati non solo membri della Guardia nazionale ma anche attivisti di Settore destro.
Gli esponenti della locale milizia di autodifesa, una volta intervistati da Itar-Tass, sono stati concordi nel riconoscere alla loro organizzazione il merito di aver respinto l’attacco dei militari governativi, tuttavia, il convoglio di veicoli blindati inviati da Kiev avrebbe desistito dall’entrare a Kramatorsk solo dopo un violento scontro a colpi di mortaio ed artiglieria con le forze di resistenza locali.
Nel corso della battaglia, una donna è risultata ferita a causa di un colpo di mortaio impattato nelle vicinanze della fermata dell’autobus dove si trovava. Come fatto presente da un esponente della milizia locale: “la fermata è a soli 40 metri di distanza da un palazzo di nove piani e se il colpo di mortaio fosse finito lì, le conseguenze sarebbero ora ben più tragiche”. Un abitante di Kramatorsk ha pubblicato su YouTube un video del suo appartamento, situato al nono piano di un edificio.
 Dalle immagini possono scorgersi chiaramente diversi fori di proiettile su una parete e su una finestra della casa. 
Secondo il proprietario, a causarli sarebbero stati i militari di Kiev.
Inoltre, il coordinatore delle autodifese della regione, Maksim Vlasov, ha reso noto, tramite l’agenzia d’informazione Ria Novosti, che le linee dell’approvvigionamento idrico e quelle del gas sono state lese durante i bombardamenti e che, quindi, gli abitanti di Kramatorsk sono, al momento, senza acqua corrente e gas. 
http://www.signoraggio.it/lesercito-ucraino-ha-attaccato-la-citta-di-kramatorsk/
IN QUESTO BLOG I COMMENTI SONO DISABILITATI, SE SEI INDIGNATO E/O VUOI OFFENDERCI VUOI LASCIARE IL TUO PENSIERO PUOI UTILIZZARE LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...