"Quando i poteri pubblici violano le libertà fondamentali e i diritti garantiti dalla Costituzione, la resistenza all'oppressione è un diritto e un dovere del cittadino". GIUSEPPE DOSSETTI

Traduttore

giovedì 1 maggio 2014

#IRAQ-Elezioni in corso-ieri 90 morti negli attentati

#IRAQ-Elezioni in corso-ieri 90 morti negli attentati


Dopo il voto dei militari, degli agenti di Sicurezza, dei carcerati e dei malati, riprende oggi in Iraq la tornata elettorale per eleggere 328 deputati: sono 9045 i candidati (499 sono stati esclusi dalla competizione in quanto legati al partito dell’ancien regime Bath), suddivisi in 71 formazioni e 36 coalizioni, mentre i chiamati al voto sono 21 milioni. 
L’attuale premier Nuri al-Maliki, che è espressione del Partito Islamico Dawa e di una coalizione sciito-curda, è alla ricerca della terza riconferma, ma deve vedersela con il patto multietnico che vede allineati i suoi maggiori avversari, cioè gli sciiti religiosi di Ammar Hakim e Modqata al-Sadr, gli sciiti laici di Iyad Allawi e i curdi di Masud Barzani.
Anche ieri in Iraq, paese sull’orlo della guerra civile per via dei continui attentati e scontri interetnici e interconfessionali (8mila morti nel 2013, già 2600 dall’inizio dell’anno) e persino scontri a fuoco con i miliziani del gruppo qaedista dell’Isil (Stato Islamico dell’Iraq e del Levante), che controllano alcuni centri, si sono susseguiti attentati che hanno complessivamente portato alla morte di oltre 90 persone.
http://www.notiziegeopolitiche.net/?p=40455

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...