"Quando i poteri pubblici violano le libertà fondamentali e i diritti garantiti dalla Costituzione, la resistenza all'oppressione è un diritto e un dovere del cittadino". GIUSEPPE DOSSETTI

Traduttore

sabato 10 maggio 2014

BRASILE-Scioperi e ritardi: incognita sui mondiali di calcio

BRASILE-Scioperi e ritardi: incognita sui mondiali di calcio


Ad un mese dall’inizio dei Mondiali preoccupano in Brasile diversi fattori che si addensano come nubi sull’inizio della manifestazione sportiva: oltre all’annunciato sciopero dei poliziotti federali, che chiedono un aumento dei salari, a far passare notti insonni al presidente Dilma Rousseff sono i ritardi nella conclusione dei lavori e le molte proteste che paralizzano il settore dei trasporti, che, di fatto, impediscono ai lavoratori di recarsi in cantiere.
La Fifa (Federazione internazionale del gioco del calcio) ha inoltre espresso non poche perplessità per la corruzione che si annida proprio dove sono in costruzione le opere pubbliche che ospiteranno le varie gare, un mal costume che ha fatto lievitare i costi per la ristrutturazione o la costruzione dei 12 stadi oltre i 3,4 miliardi di dollari più della somma dei costi che hanno sostenuto Germania e Sud Africa negli ultimi mondiali.
Nel frattempo procedono, seppur fra le proteste degli abitanti, le operazioni di “bonifica” delle 174 favelas del Paese, di cui 16 solo a Rio, città che ospiterà 7 partite di calcio fra le quali la finale del 13 luglio.
http://www.notiziegeopolitiche.net/?p=40757
IN QUESTO BLOG I COMMENTI SONO DISABILITATI, SE SEI INDIGNATO E/O VUOI OFFENDERCI VUOI LASCIARE IL TUO PENSIERO PUOI UTILIZZARE LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...