"Quando i poteri pubblici violano le libertà fondamentali e i diritti garantiti dalla Costituzione, la resistenza all'oppressione è un diritto e un dovere del cittadino". GIUSEPPE DOSSETTI

Traduttore

mercoledì 9 aprile 2014

WASHINGTON, LONDRA E TEL AVIV VIA DALL'ITALIA!

WASHINGTON, LONDRA E TEL AVIV VIA DALL'ITALIA!

di Gianni Lannes
Preferite la subordinazione e la servitù infinita nella terra in cui siamo nati e in cui sono stati sepolti i nostri avi, o la libertà e l'autodeterminazione?
Il problema fondamentale dell'Italia è l'acquisizione di sovranità, libertà e indipendenza, senza più ingerenze stragistiche
telecomandate dall'estero, in particolare dagli Stati Uniti d'America e dalla Gran Bretagna.
Da 70 anni il nostro Paese è schiavo di una dittatura angloamericana di stampo sionista. La prima cosa da fare è unire le forze in campo, poche o tante che siano inizialmente e cacciare via la Nato a partire da tutte le basi e le infrastrutture palesi e segrete del governo United States of America, primo responsabile della strategia della tensione e delle stragi che hanno insanguinato la nostra nazione, da Portella della Ginestra all'aerosolterapia bellica coattiva in atto ogni giorno, terremoti compresi. E secondariamente si smantellano tutte le postazione mascherate dei servizi segreti nordamericani, inglesi e israeliani.
L'inquinamento provocato dalle famigerate scie chimiche può essere considerato a tutti gli effetti una tortura di massa. Però nel nostro Paese questo trattamento disumano non è sanzionato dalla legge, perché i Governi tricolore non hanno mai ratificato la Convenzione europea che la vieta. Gli "alleati" hanno trasformato l'Italia in una gigantesca camera a gas. Chi lo tollera e lo consente - da Napolitano, al governo Renzi, allo Stato maggiore Difesa e Aeronautica, al Parlamento, è complice di un crimine contro l'umanità.
scie chimiche - foto Gianni Lannes (tutti i diritti riservati)
Ma bisogna fare attenzione anche nel campo di chi soltanto a parole combatte questo fenomeno, a chi usa slogan confusi e predatori, sintomatici di un'unica motivazione di fondo, ovvero il proprio tornaconto economico. 
L'essere umano è parte della Natura, non è il padrone dell'univero e nemmeno della Terra. 
Se non sarà compresa interiormente questa armonia ecologica di Gaia, non avremo fatto alcun progresso sul piano evolutivo. 
Inoltre, non si possono confondere e mescolare alieni ed extraterrestri con attacchi militari che hanno un unico responsabile. 
Altro che ufo. 
Questi furbastri e ciarlatani - da cui ho preso le distanze più di un anno fa, dopo averli ben conosciuti - vanno definitivamente marginalizzati. 
Occorre fondare 
adesso - hic et sunt - una federazione senza gerarchie di potere che accomuni persone consapevoli e determinate ad andare fino in fondo, senza guardare in faccia a nessuno. Liberiamoci dalle catene perché nessuno verrà a salvarci.
Ricordate che il nemico è dentro ognuno di noi.
 Quelli fuori ne sono solo il riflesso. 
SU LA TESTA!
riferimenti:

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...