"Quando i poteri pubblici violano le libertà fondamentali e i diritti garantiti dalla Costituzione, la resistenza all'oppressione è un diritto e un dovere del cittadino". GIUSEPPE DOSSETTI

Traduttore

lunedì 14 aprile 2014

-Roma:la polizia ormai e' soltanto una banda di mercenari al libro paga del regime-video del mercenario che passeggia sopra la ragazza ferita a terra-

-Roma:la polizia ormai  e' soltanto una banda di mercenari al libro paga del regime-video del mercenario che passeggia sopra la ragazza ferita a terra-

Foto choc dalla manifestazione del 12 aprile nella capitale.
 Due ragazzi a terra, fermi, immobilizzati: ma evidentemente a qualcuno non basta.
 Così un agente in borghese "passeggia" sul corpo della giovane manifestante
ROMA - Lui, sanguinante, steso a terra su di lei per difenderla. 
L'altro, un poliziotto in borghese, che passeggia sul corpo della ragazza, inerme e terrorizzata. 
Una, la prima, è già diventata l'immagine simbolo della battaglia di piazza Barberini. 
L'altra, la seconda, lo diventerà presto.
Perché mancano i perché, sfuggono i motivi, non si capisce il senso di un gesto
tanto gratuito, quanto inutile. 
Ma tant'è. 
In via del Tritone, centro della protesta del 12 aprile, è il caos. I manifestanti fuggono, i turisti cercano rifugio, i teppisti si nascondono tra la folla. Poi, a terra, abbracciati, un giovane ragazzo sanguinante e la sua compagna. Sono fermi, immobilizzati, ma evidentemente a qualcuno non basta. Così un poliziotto in borghese - giubbotto di pelle, pantaloni beige, casco e manganello - si avvicina alla coppia e con un piede sale sull'addome della ragazza. Di fronte a lui un agente - evidentemente più anziano nonostante la visiera abbassata - gli grida qualcosa. Sembra rimproverarlo o chiedergli perché abbia fatto una cosa del genere. 
Il perché, per ora, non è dato saperlo.
 Nelle relazioni in possesso della procura sembra non vi sia traccia del gesto, ma le foto - scattate dalla fotografa Yara Nardi - non lasciano spazio alle interpretazioni. 
Sembra che gli uffici di San Vitale abbiano già deciso di aprire un'indagine interna per identificare il poliziotto.
 Solo dopo, forse, si saprà perché lo ha fatto. 
l'italia si deve vergognare
agli occhi del modo, sta vendendo oligarchia fascista spacciandola per democrazia
tutto il sistema si deve dimettere perche' ormai e' comprovato che i vertici delle istituzioni sono sociopatici altamente pericolosi per la societa':
fermiamoli!!!!!!!!!!!!!!!!

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...