"Quando i poteri pubblici violano le libertà fondamentali e i diritti garantiti dalla Costituzione, la resistenza all'oppressione è un diritto e un dovere del cittadino". GIUSEPPE DOSSETTI

Traduttore

lunedì 7 aprile 2014

Primo sì dell’Europarlamento per abbassare le commissioni delle carte di credito

Primo sì dell’Europarlamento per abbassare le commissioni delle carte di credito


Arriva una piccola buona notizia per i vessati e tartassati cittadini europei. Infatti il Parlamento europeo ha dato il primo ok per sfoltire la giungla delle commissioni interbancarie sui pagamenti con carte di credito e di debito, che secondo la Commissione attualmente costano ai rivenditori dieci miliardi di
euro l’anno. La plenaria ha approvato in prima lettura il testo legislativo che uniformerebbe in tutti i Paesi europei il tetto massimo dello commissioni: 0,3% per le transazioni con carta di credito e dello 0,2% per le carte di debito. L’iter, in mancanza dell’accordo col Consiglio, riprenderà con il nuovo Parlamento che sarà eletto a maggio. Le commissioni interbancarie sono i costi che le banche addebitano ai rivenditori per l’elaborazione dei pagamenti elettronici. Attualmente sono fissate su base nazionale dalle singole autorità per la concorrenza. Il testo proposto dalla Commissione le uniforma per tutti e 28 i Paesi membri, imponendo un tetto massimo. Il Parlamento ha anche approvato la prima lettura di un testo collegato che fissa norme di trasparenza su spese e impone il rimborso entro 24 ore delle spese non autorizzate, limitando ad un massimo di 50 euro le perdite in caso di uso fraudolento di una carta smarrita o rubata. Una volta tanto Bruxelles sembrerebbe tornarci utile.


Ezzelino
http://www.signoraggio.it/primo-si-delleuroparlamento-per-abbassare-le-commissioni-delle-carte-di-credito/
SE VUOI COMMENTARE PREMI IL PULSANTE ROSSO CHAT

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...